Veto last minute di Sel[NOTE][/NOTE] E la rifondarola salta

Messa al bando all'ultimo minuto. È il triste destino di Cadigia Perini, capolista di Rifondazione comunista a Ivrea, silurata senza preavviso dal sindaco Carlo Della Pepa, sostenuto anche da Pd e Sel. Sarebbe stata una mail di veto al Prc inviata dal partito di Vendola a convincere il primo cittadino a fare l'inattesa marcia indietro. «Sono stata umanamente mortificata. Il sindaco mi aveva detto che solo sul mio nome potevano convergere tutti», spiega lei. Ma alla fine assessore sarà Augusto Vino, Pd. «Ero in Municipio convinta di essere in squadra, Della Pepa mi ha chiamata in disparte e mi ha detto del veto di Sel», conclude la Perini.