La vigilia delle primarie Pd. Cuperlo tuona contro Renzi. Civati attacca D'Alema

Vigilia infuocata. Cuperlo: "In gioco l'autonomia della sinistra". Civati contro D'Alema: "Si ritiri a vita privata"

Meno uno. Tutto pronto per le primarie del Partito Democratico. Alla vigilia della competizione è tempo per gli ultimi comizi dei tre candidati alla segreteria del partito. Attesi due milioni di elettori nei seggi. Per il favorito, Matteo Renzi, "l’8 dicembre è un referendum sul futuro del Pd. Se vi vanno bene le cose come sono andate finora, non votate per me,  chi vota per me non vota per un candidato ambizioso, ma per un Paese ambizioso". 

"Domani non si decide sulle sorti del governo né le sorti personali dei tre candidati. Domani è in gioco l’autonomia della sinistra", ha scandito Gianni Cuperlo. Che ha aggiunto: "La cosa che più mi ha addolorato è che io ho cercato di parlare di futuro, dell’idea di partito e di paese che ho in testa. Della necessità di cambiamento. Ma io continuo ad essere descritto come l’uomo dell’apparato e della continuità. Ma se mi guardo attorno io trovo la continuità nelle ricette di Renzi. Flessibilità nel mercato del lavoro, blairismo, articolo 18, attacco ai sindacati. Cosa è questa se non continuità? Nemmeno il Labour di Milliband parla più di blairismo e parla di diritti e dignità della persona. Il sindaco di New York parla di reddito minimo. Il destino del PD non è la moderazione ma il cambiamento. Serve una grande forza della sinistra".

Pippo Civati invece se la prende con D’Alema: "La battuta che paragona l’Assessore regionale Elena Gentile a un pugile è degna del peggior Berlusconi, questo è un Paese con una grave “questione maschile”, come l’ho definita nel mio documento congressuale, e un commento di questo genere, inaccettabile per un esponente del Partito Democratico, lo dimostra. So che D’Alema sta pensando di candidarsi alle elezioni europee, ma a questo punto che lasci la politica e si ritiri a vita privata". Ma Civati ne ha anche per Renzi: "Nel segreto dell’urna voterà Civati, perché è l’unico che vuole andare a votare. Ma lui non riesce a dirlo: sembra Fonzie quando non riesce a chiedere scusa, visto che gli piace molto il modello".

Commenti

michetta

Sab, 07/12/2013 - 13:42

Ovviamente, io non ci saro', non condividendo il colore rosso, ma vorrei approfittare per lanciare una fune di salvataggio a Civati, solo perche' e' l'unico, che manda a quel paese D'Alema, senza se senza ma. Unico nel loro partito a dire di smettere la politica al vecchio marpione, che troppo ha usufruito della bonta' degli elettori, senza aver mai dato alcunche'. Ecco, perche' questo Civati, mi sarebbe anche simpatico, la pensa come me, che del partito rosso, conosco soltanto le malefatte e nemmeno tutte.....

Ritratto di lohengrin08

lohengrin08

Sab, 07/12/2013 - 14:19

Non so se avete notato, dopo la sentenza della Consulta un certo Romano Prodi ha deciso di votare alle primarie PD, Perchè? vi chiederete? per il semplice motivo che potrebbero decadere molti onorevoli che lo hanno impallinato nelle elezioni per il Quirinale, e potrebbe riaprirsi una nuova elezione: Morale Fidatevi del mortadella, ha svenduto l'Iri per noccioline, ha svenduto L'Italia per l'Euro, potrebbe svendere ancora qualche altra cosa.....la ns. libertà.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Sab, 07/12/2013 - 14:34

bene , concordo per il marpione e per il venditore di noccioline tale prodi . francamente questo personaggio vergognoso assieme a napolitano ha già venduto la nostra lib ertà , ma anche quella di pensiero . provate a dire che la kienge è una delinquente , se vi va bene vi citano per offese, e dimenticano che la negra ha offeso tutti gli italiani e lo sta facendo ogni giorno , e intanto ci riempiamo di terroristi e di futuri terroristi . non solo , la signora col cavolo che mantiene i lazzaroni che arrivano sui barcon i , ci insulta e noi pirla andiamo a prenderli con l e navi da guerra . complimenti , fate vedere quante navi abbiamo e come siamo cretini .il prossimo arrivo sarà su navi da guerra armate con atomica . bravo napolitano , letta ed accoliti .

ex d.c.

Sab, 07/12/2013 - 15:08

Perchè dobbiamo leggere ed ascoltare per mesi lo svolgersi delle primarie del PD? Considerando che anche gli elettori di questo partito partecipano in minima parte , quale percentuale di italiani è interessato? Chi legge il giornale poi è assolutamente annoiato, basterebbe scrivere alla fine chi ha vinto

Leo Vadala

Sab, 07/12/2013 - 15:23

Grazie per questo articolo. Temevo fosse il primo giorno quest'anno che non avrei visto il verbo "tuona" su "Il Giornale". Ero veramente preoccupato.

Tarantasio.1111

Sab, 07/12/2013 - 17:01

Qui-Quo-Qua o se preferite il prete, il vicario, o il chierichetto. Comunque nessuno di questi combinerà qualcosa di buono che serva a rimettere in sesto il nostro paese. Domenica...Invece di recarvi a votare, leggetevi le avventure di Paperino. Fa lo stesso.

vittorio.guerrini

Sab, 07/12/2013 - 18:49

L'Italia é varia, anzi la politica é fatta di opinioni diverse, da una parte c'é il tentativo di trovare un lieder con primarie mettendo in competizioni tre persone con belle facce oneste, giovani che esprimono varie posizioni. Dall'altro c'é un gran visir, ormai seduto su grandi ottomane che, con fare ringhioso cerca fantasmi.

linoalo1

Sab, 07/12/2013 - 18:51

Nessuno ha ancora detto quanto costa votare!O sono loro che pagano gli elettori pur che qualcuno voti?Lino.

Gioa

Sab, 07/12/2013 - 20:28

ANCORA VOI DEL PD TROVATE CHI VI VOTA?...CI VUOLE UN CORAGGIO DA LEONI...LA GENTE CHE SI SVEGLI!! DOPO ANNI DI PRESE IN GIRO, ORA PURE IL MOTADELLA RITORNA. CHE PER NON PAGARE LE TASSE VA IN GIRO CON LE MACCHINE TUTTE SCASSATE....CROMA ETC...

mifra77

Sab, 07/12/2013 - 20:44

Le hanno chiamate primarie ma è solo una sorta di garetta intersocietaria per scegliere il meno peggio a cui far fare il capoclasse. Con i vecchi professori a tifare ognuno per il suo preferito e che dopo il lauto introito paraelettorale, chiederanno di spartire pretendendo come sempre una parte sostanziosa, economica e decisionale. Non cambia niente se non alle porte del PD dove si è prepotentemente affacciata la rinata Democrazia Cristiana.

CARLINOB

Sab, 07/12/2013 - 21:45

Ma Renzi non potrebbe imparare a parlare in . . . .. Italiano? ed in modo meno plateale? Mi fa un pò ridere se raggiungerà gli obiettivi che si è posto : ve lo immaginate all'ONU che in un inglese toscaneggiante esordisce dicendo : Siglori cari . . .