Voce roca e occhi fissi. Più che un discorso è un'orazione funebre

Seduto a un tavolinetto, il presidente sceglie un tono dimesso. Quando sembra rianimarsi, ci si aspetta il colpo di scena delle dimissioni che invece non arriva

L'annuncio di un grave lutto che ha colpito la nostra famiglia. Un giorno mio padre mi chiamò nel suo studiolo per dirmi che ormai, proprio la persona che dovevamo riconoscere come punto di riferimento della nostra complessa unità famigliare, era morta. Mi parlò della nonna, della zia Maria, della cugina Elena (tutte donne), che si sarebbero trovate in gravi difficoltà affettive e economiche, verso le quali avremmo dovuto avere molto riguardo. Il presidente Giorgio Napolitano mi ha ricordato mio padre, in quel triste giorno, da cui non ci saremmo più ripresi. Soltanto che da mio padre avevo capito subito chi era morto, da Napolitano no. Lo dico con assoluto rispetto per il nostro presidente che, appunto, mi ricorda mio padre e il grande rispetto che provavo per lui, in particolare in quel giorno funereo.

Certo, lo studiolo di casa mia non aveva niente a che vedere con il salone del Quirinale, ma sono convinto che, se avesse potuto, il presidente mi avrebbe chiesto di tenere il suo discorso di fine anno nella modesta stanzetta di mio padre. Ha fatto comunque quello che poteva, il presidente: via la lussuosa scrivania, lasciata in secondo piano al buio, meglio mostrarsi seduti a un sobrio tavolinetto. Pallido, volto tirato, quattro fogli posati di fronte a lui senza eleganza, senza essere raccolti in una cartelletta, carta riciclata, si doveva supporre. Napolitano ci rivolge sommesso la sua orazione funebre, e noi che lo ascoltiamo ci immaginiamo che sia morto questo ma anche quello, non sappiamo bene chi ma qualcuno certamente se n'è andato. Ci verrebbe da dirgli: coraggio presidente, ce la faremo, dopotutto è solo morto qualcuno... è la vita. Ma non possiamo farci niente: la voce di Napolitano è monotona, nessuna gestualità, gli occhi fissi, atterriti, alla telecamera.

Una telecamera lo riprende con un primo piano doloroso, che si alterna con un'altra che invece ce lo mostra in un campo lungo, in cui appaiono le nostre bandiere che sembrano a mezz'asta, anche se non lo sono.

Napolitano continua a fissare sempre dalla parte di quella che lo ritrae in primo piano e non segue con gli occhi la telecamera che lo riprende dal suo lato destro, quindi senza guardare i telespettatori. Effetto drammatico di totale disorientamento espressivo nella comunicazione del lutto. Ma a un certo momento ecco che il presidente si muove (prima muoveva soltanto le labbra), si appoggia con forza ai poggioli della sedia, si sporge in avanti come per alzarsi. Il presidente se ne va: «Si fermi presidente» ci verrebbe da dirgli «ci faccia almeno capire chi è morto!». Il presidente non se ne va, rimane seduto al suo posto, ma cambia tutto. Non c'è niente da fare: i napoletani hanno il teatro nel sangue.

Le mani prendono coraggio e incominciano a gesticolare, la voce assume un vigore fino allora sconosciuto, alternando invettive a suadenti e incoraggianti consigli. È la Rai a rovinargli il coup de théâtre sempre con quei noiosi primi piani e campi lunghi con le bandiere a mezz'asta, che disorientano il presidente. Adesso Napolitano appare come un giocatore di carte che in un colpo solo si è fatto soffiare il settebello, la primiera e gli ori. La partita è irrimediabilmente persa, e il presidente non la prende con filosofia. Bravo, si arrabbi, ci verrebbe da dirgli, ma non se la prenda con noi se ha sbagliato a scegliere il suo compagno di gioco. Una pausa un po' più lunga del solito: adesso se ne va davvero. E invece no: ma se ne andrà sicuramente presto perché ci fa capire che si è proprio scocciato di giocare in coppia con degli incapaci che gli fanno perdere una dopo l'altra le partite anche facili.

Ha perfino nostalgia del Papa, unica persona citata dal presidente, eccetto quei poveri sciagurati ricordati all'inizio del suo luttuoso discorso. Forse avrà invidia perfino delle belle riprese gioiose della televisione vaticana che immagina ci porteranno in casa il volto sorridente di Papa Francesco. E aveva proprio ragione a immaginarselo. Infatti ci saluta alla svelta cercando di incoraggiarci con parole benauguranti e sostenute nel tono ormai divenuto un po' roco. Ma purtroppo è poco convincente: troppo forte ci rimane impresso il senso luttuoso del suo discorso, e la sua figura troppo seccata per aver perso la partita.

Commenti

Tommaso Berretta

Gio, 02/01/2014 - 08:57

Spero tanto che questa mia venga pubblicata; infatti è da qualche tempo che invio lettere che vengono regoilarmente ignorate. Eppure contengono delle critiche abbastanza civili!! Passando all'argomento oggetto dell'articolo, debbo effettivamente rilevare (ho seguito qualche spezzone di trasmissione nei vari telegiornali che si sono sforzati con ogni mezzo di far trangugiare ai cittadini quel che avevano rifiutato) che il Napisan sembrava uno zombie. Forse in un momento di lucidità politica si era reso conto che la sua politica era miseramente fallita tra gli italiani che pure in un primo momento ci avevano creduto. Dio ci salvi da quest'uomo che ci ha regalato Monti ed ora Letta imponendo un governo innaturale, contro gli interessi del popolo italiano !!

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Gio, 02/01/2014 - 09:28

Stefano Zecchi ha ragione. Dal discorso del napoletano ho ricavato la medesima impressione: 47, morto che parla. E' infatti oltre alla voce impressionante l'incarnato (finito il trucco in rai?) di quello che dovrebbe essere interprete e garante della volontà popolare. Penosa la citazione delle lettere di sofferenza. Davvero penosa. Non è infatti necessario che il presidente retoricamente ci spieghi ciò che ciascuno conosce già. Chi infatti di noi non ha un amico un parente in gravi sofferenze economiche? Un presidente degno di tale nome e degno di tale carica ci avrebbe invece dovuto spiegare perchè ha nominato l'ignorante monti prima senatore e poi premier, permettendo la distruzione di questo paese. Questo perchè le crisi non vengono dal cielo; sono cose degli uomini, causate da uomini assolutamente incapaci. Non illudiamoci a riguardo del tempo "non lungo". Tutto è relativo. Per una persona che è da 60 anni in politica "non lungo" potrebbe dire anche altri 12 anni.

marghera

Gio, 02/01/2014 - 09:35

Quando non si hanno argomentazioni valide ci si attacca anche al tram per parlar male del proprio nemico ( dico nemico e non avversario ). E questo discorso vale anche per il suo collega De Francesco )non è di certo il presidente che stabilisce il costo della macchina politica ).Povero giornale! Che fine ha fatto rispetto all'epoca Montanelli. Cambiategli nome; chiamatelo il " mattinale di Berlusconi " Spero che pubblicherete questa mia opinione.

onurb

Gio, 02/01/2014 - 09:36

Letto l'articolo, posso dire di non essermi perso nulla di interessante, come in tutti gli altri sette anni di presidenza Napolitano. Non ho mai considerato mio presidente questo vetero comunista che ha cercato di rifarsi una verginità abiurando le sue vere idee.

baghira1946

Gio, 02/01/2014 - 09:55

Premesso che non ho mai ascoltato il discorso di fine anno dell'attuale Presidente della Repubblica - cosi'come degli altri Presidenti -vorrei far notare come nei telegiornali della Rai di ieri sera si parlava di boom di ascolti e di flop dell'invito a non ascoltarlo . Che si pubblichino i dati di ascolto almeno il lettore si farà un'idea caso mai ce ne fosse bisogno .

odifrep

Gio, 02/01/2014 - 10:02

Caro ZECCHI, solo due appunti su : i napoletani hanno il teatro nel sangue e, un giocatore di carte. Un napoletano con un pò di plasma nelle vene, avrebbe lasciato la scena del teatro durante il primo "atto". Infatti, da giocatore di carte, pensa solo a portare nel mazzo, più carte possibili per mettere anche solo un punto, in quanto, come lei dice :"ha perso il settebello, la primiera e gli ori". Questo non è un Napolitano. Ha perso si la partita.

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 02/01/2014 - 10:14

Insomma, volevate boicottare il messaggio di Napolitano, e invece siete quelli che ne hanno parlato di piu', e ancora non avete finito...La psicopatologia di massa si arricchisce di un nuovo capitolo.

antiom

Gio, 02/01/2014 - 10:37

Magistrale intuizione e bellissima comunicazione, bravo Stefano Zecchi, veramente bravo: quanto ci vuole, ci vuole!

pinux3

Gio, 02/01/2014 - 10:43

@Tommaso Beretta...Hai detto bene, Napolitano vi ha REGALATO Monti, perchè altrimenti si sarebbe andati a votare e voi berluscones avreste perso di brutto (si veniva da quattro anni di fallimenti...), per cui dovreste solo ringraziarlo Napolitano, altrochè...E intanto gli ascolti sono aumentati. Complimenti per la brillante "operazione boicottaggio", ahahah...

baio57

Gio, 02/01/2014 - 10:47

A che ora è andato in onda Napolistalin, alle 20,30 ? CaXXo ,me lo sono perso.

Ritratto di maurofe

maurofe

Gio, 02/01/2014 - 10:49

POLTRONA....SANTA POLTRONA....LO TUMULERANNO SEDUTO SULLA POLTRONA......

Silvano Tognacci

Gio, 02/01/2014 - 10:50

il morto che parla è il 48 ...

J.J.R

Gio, 02/01/2014 - 11:09

I figli e i leccapiedi dell'epoca Berlusconi (e Zecchi ne fa parte a pieno titolo) come al solito si soffermano sull'aspetto esetetico (Zecchi da mediocre professore di estetica non poteva fare altro)e ignorano le parole e il senso che hanno. Occhi rossi e voce roca? Bè Zecchi, le auguro di arrivare a 90 anni poi ci sentiamo...

J.J.R

Gio, 02/01/2014 - 11:11

mr.cavalcavia...Monti è il prodotto del fallimento del suo amato Berlusconi. Memoria corta eh?

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 02/01/2014 - 11:12

Il giorno che si toglierà dalla palle sarà sempre troppo tardi.

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Gio, 02/01/2014 - 11:14

i morti che parlano son due, c'e anche il berluscaz per fortuna

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 02/01/2014 - 11:15

Voce roca e occhi fissi. Più che un discorso è un'orazione funebre. Guardatevi il vostro padrone , lui si che scoppia di salute.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Gio, 02/01/2014 - 11:17

Caro Presidente,perché non ha detto in diretta ed a reti unificate la cosa più semplice del mondo : "Da oggi il vostro Presidente non prenderà più alcun tipo di compenso ed utilizzerà tutta questa montagna di denaro inutilmente sprecato per aiutare le famiglie in difficoltà e lo stesso faranno tutti i Ministri". Questo è un segnale di sacrificio comune.

James Cook

Gio, 02/01/2014 - 11:21

Sig.Stefano Zecchi, non ho fotografie recenti, ma mi ricordo le sue ormai lontane apparizioni telelevise, dove lei non brillava per estetica e contenuti.Lei non è degno di accostare il Presidente Napolitano a colui che la generata, Nessun politico attuale ha lo spessore colturale e il carisma dell'attuale presidente della repubblica,ma quale comunista!!! dopo la liberazione fu l'unico politico italiano ad essere invitato negli USA per un giro di conferenze nelle Università Americane, personalità come Kissingher Agelli, Kennedy, ecc. ecc. si vantavano di averlo come amico!Lei non ha ancora raggiunto la venerabile età del presidente,ma io sono abbastanza giovane da aspettare quando ci arriverà Lei..... allora penso che nel confronto non vi sara partita tra Lei ed il Presidente...voluto e votato da chi le ha pagato la sua marchetta odierna, pregherei,le redazione del Giornale, di non censurare il mio commento, scritto da un Italiano di destra!

unosolo

Gio, 02/01/2014 - 11:21

Era stanco dopo varie ore di registrazione , doveva partire per Napoli a nostre spese , quindi fremeva , scorte in fibrillazione , forse anche parenti , ma che importa della voce .che importa dei disoccupati , cosa importa del popolo che non poteva festeggiare per mancanza di lavoro .Disoccupati per ditte che hanno fallito o chiuso per mancanza di commesse , dei MARO' , delle famiglie che sono prigioniere , questa è la reale situazione , da un lato la spending review mentre dall'altro paghiamo lussuosamente i loro diritti acquisiti , o meglio che si sono regalati in quaranta e passa anni da politici.

cicero08

Gio, 02/01/2014 - 11:22

Si propio l'orazione funebre alle larghe intese ed al suo illuminato ideatore...

nem0

Gio, 02/01/2014 - 11:23

Il pesce puzza dalla testa. A proposito di sacrifici non ho sentito che si sia mai ridotto stipendio e prebende per dare l'esempio e nemmeno che voglia accontentarsi di vivere come quella poveretta, la regina d'Inghilterra, che costa un terzo di lui. E' ridicolo. Il vero comico non è Grillo ma è costui che ha la pretesa di spiegare agli italiani che bisogna fare sacrifici parlando da una reggia. La tanto vituperata Maria Antonietta e le sue brioches era più seria.

ilbarzo

Gio, 02/01/2014 - 11:24

A quella eta' non puo' piu' rappresentare il popolo Italiano,ed e' ora che se ne vada in pensione.Possibile che non abbia ancora capito che la maggioranza dei cittadini non lo ama,anzi ne ha fin sopra i capelli del suo fare,approfittando dei poteri che gli competono.Credo che riuscira' sicuramente a rimanere nella storia ,quale peggiore presidente di tutti i tempi. L'eta'avanzata,a volte crea brutti scherzi.

cicciosenzaluce

Gio, 02/01/2014 - 11:26

Ma quale orazione funebre,non sapete più che scrivere,l'orazione funebre è prossima per il tuo padrone Zecchi

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Gio, 02/01/2014 - 11:27

Pinux3..visto i risultati dello Smakkiatore..dubito che avreste vinto anche se si fosse andati subito balle elezioni..

Atlantico

Gio, 02/01/2014 - 11:29

Ridicolo. Che parli di 'orazione funebre' uno che ha l'aria del morto che cammina come Zecchi con, in più, l'aggravante di avere alcune decine di anni meno di Napolitano .... Auguro a Zecchi ed a me stesso di arrivare alla veneranda età di Napolitano con la sua lucidità. Cosa probabile ma non certa per nessuno dei due. E' evidente che Il Giornale ha il dente avvelenato con Napolitano non solo per tutti i motivi di ordine contrattuale che sappiamo ma ora anche perchè brucia non poco il flop del boicottaggio al discorso di fine anno che, invece, ha aumentato gli ascolti. Come modestamente avevo scritto martedì scorso. Perché era troppo facile prevederlo sulla base dell'ottimo battage pubblicitario ( involontariamente a favore ) fatto da Brunetta ( un autentico gigante del pensiero ), questo Giornale, Sallusti e l'altro illustre pensatore recentemente eletto a segretario di quei quattro disperati della Lega Nord e di cui mi sfugge il nome. Complimenti a tutti, un vero 'trust' di cervelli.

ilbarzo

Gio, 02/01/2014 - 11:31

Cosa voglia dimostrare questo signore,non l'ho ancora capito!Una cosa e' certa: La vecchiaia,crea brutti scherzi.

mezzalunapiena

Gio, 02/01/2014 - 11:38

la rai ha detto che il discorso del preside ha avuto ascolti record,mentre ho letto che il consenso è sceso di 5-6 punti rispetto all'anno scorso.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 02/01/2014 - 11:40

Come volevasi dimostrare! L'appello al boicottaggio del "saluto di fine anno" ha avuto come sola conseguenza l'aumento degli ascolti rispetto all'anno precedente. Lo ha visto persino Brunetta! Insomma... non riuscite più ad azzeccarne una.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 02/01/2014 - 11:41

Ha cominciato in falsetto e ha finito con la voce cavernosa da indemoniato che ci voleva padre Amort, l'esorcista. Mancavano solo le flatulenze sulfuree. Comunque nascosti tra gli anelli di fumo della sua mente, e la solita aria fritta, ha ipotecato i fondi della comunità europeaa che andranno "essenzialmente al sud" cioè se li cucca sui col suo cerchio magico.

Orlando1947

Gio, 02/01/2014 - 11:43

E' una vergogna che un giornale come il vostro metta questo tittolo.

hectorre

Gio, 02/01/2014 - 11:46

boom di acolti per il presidente!!!!...ahahah,sono senza vergogna!!.....abbiamo perso per sempre la democrazia e solo gli ingenui sinistrati non se ne rendono conto...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 02/01/2014 - 11:48

Puntare ai fondi della comunità europea non è certo una compito da presidente della Repubblica, che dovrebbe essere arbitro della gara politica per esprimere il Premier. Ma l'abitudine a fare l'"Arbitro cornuto" è irresistibile...

Danifa

Gio, 02/01/2014 - 11:48

QUELLO CHE MANCA NELLA SOCIETA' ITALIANA,SOVENTE, E' IL RISPETTO, E VOI NE SIETE L'ESEMPIO

Danifa

Gio, 02/01/2014 - 11:52

SE AVEVO DEI DUBBI, ORA CAPISCO PERCHE' INDRO MONTANELLI AVEVA LASCIATO IL VOSTRO GIORNALE, E DA QUEL MOMENTO E' DIVENTATO UN GIORNALE DI PROVINCIA,SENZA ALCUNA OFFESA ALLA PROVINCIA.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 02/01/2014 - 11:55

Atlantico: ci piace vincere facile! 4 giorni e 18 ore fa avevo anch'io predetto che gli ascolti sarebbere probabilmente aumentati.

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 02/01/2014 - 11:57

James Cook - Chapeau!

Danifa

Gio, 02/01/2014 - 11:57

e questi sono i giornalisti che rappresentano e scrivono sul vostro giornale? complimentie "Buon" Anno.

El Chapo Isidro

Gio, 02/01/2014 - 12:07

In queste ore napolitano si stà facendo delle grasse risate alla faccia di berlusconi che non potete capire!!! Alla faccia del suo boicottaggio!!! E poi vi mettete a parlare dell'aspetto di napolitano? Ma avete visto quello di berlusconi?

enzo1944

Gio, 02/01/2014 - 12:09

Ohi, james cook,il tuo PDR negli USA non è andato a far conferenze,bensì è stato chiamato per ricevere gli ordini della Massoneria internazionale e delle Banche d'affari USA(agnelli,kennedy,kissinger ed i presidenti USA,sono tutti membri della massoneria)!....e digli anche che,oltre a continuare a chiedere sacrifici agli Italiani,è ora che si decida a far tagliare i vergognosi benefits di cui gode ancora lui e tutti i suoi amici delle caste politiche,sindacali,romane e della magistratura!.....benefits vergognosi,sempre pagati dai Contribuenti Italiani!!

Danifa

Gio, 02/01/2014 - 12:13

Rispetto, Rispetto,ci vuole rispetto per le ISTITUZIONI che rappresentano il nostro PAESE. La libertà di espressione non comprende le offese .Spero che qualcuno si rivalga sul Vostro giornale riferendosi alle sanzioni disciplinari previste dagli articoli 51 55 L. n. 69/1963 del codice di deontologia dei giornalisti.

onurb

Gio, 02/01/2014 - 12:20

pravda99. La psicopatologia si arricchisce di due capitoli: lei trascura il suo caso personale.

vkaspar

Gio, 02/01/2014 - 12:24

Se fossimo in U.K. un bel: NO COMMENT, ma siamo in questa Little Italy e sicuramente: "fate quello che dico e non quello che faccio" può essere quasi azzeccato!

pinux3

Gio, 02/01/2014 - 12:24

@Radrizzolebanane...Dimentichi che le elezioni si sarebbero celebrate SUBITO DOPO il fallimento del governo presieduto dal tuo idolo, il quale non avrebbe potuto dare tutta la colpa a Monti, come furbescamente fece nella successiva campagna elettorale...E nel 2011 il M5s era al 4% e, a detta di Casaleggio, manco avrebbe partecipato alle elezioni...

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 02/01/2014 - 12:31

invece di criticare il discorso del Presidente Napolitano, dovreste far ammenda dei discorsi del "vostro" ex-cavaliere... Quando è andato in tv per esprimere la sua ferma convinzione di innocenza sembrava uno zombie: incipriato con la malta, i capelli attaccati col Vinavil, rigido come un baccalà e sorretto alla sedia grazie ad una sofisticatissima intelaiatura di tubi inox. In quell'occasione Berluscaz mi ha fatto veramente pena...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 02/01/2014 - 12:35

L'arbitro "cornuto" della politica italiana, che ha annullato i goals di Berlusconi, per far vincere le sue mezze calzette dell'economia, è la vera causa della crisi italiana. A molti è passata a voglia di giocare il gioco del lavoro, della politica, del "tifo" per la squadra del cuore... e per la nazionale, alla faccia dell'amor di Patria. Invece monta tra i tifosi la pazza idea di prendere quel "cornutazzo dell'arbitro" a calcinculo... Alla faccia della curva sud. Per fortuna la magistratura del "calcio-scomesse" canta il "Tutto va ben madama a marchesa"

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 02/01/2014 - 12:38

pur non essendo il mio caso pare che ci sia stato il boom di ascolti,insomma un successone...

pitomaz

Gio, 02/01/2014 - 12:39

Redazione, qualcuno dica per piacere al signor Stefano Zecchi che, nonostante il boicottaggio attuato da Forza Italia gli ascolti del discorso di fine anno del Presidente della Repubblica sono aumentati rispetto a quello dello scorso anno. Notizia ovviamente nascosta nell'articolo. Immagino i titoli a caratteri cubitali se fosse avvenuto il contrario...

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Gio, 02/01/2014 - 12:40

El cogno isidro, sa conca e brebei... Le grasse risate il tuo idolo se le fa alla faccia anche tua! Tu disoccupato con gramsci sulla maglietta e lui con le tasche piene, più della regina d'Inghilterra e dell'imperatore del Giappone, ti capisce e soffre per il tuo disagio....stortu!

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Gio, 02/01/2014 - 12:44

Ma i politicanti dell'ex PDL che hanno pregato alcuni mesi fa questo 87enne di guidare ancora la Repubblica perchè loro ed il loro Dio erano così incompetenti da non trovarne altri,non si ricordano più dei loro pianti idioti? E non si ricordano più del discorso che Napolitano fece loro spiegando quanto erano stati inutili e dannosi all'Italia ? E quanto questi politicanti imbecilli lo applaudirono ? Meglio dimenticare noooo? morto.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 02/01/2014 - 12:51

@GianfrancoRobe,il "cornutazzo"(parolone tuo)e' stato rieletto dal 74% del parlamebto con in prima fila il "cornutone" della curva sud e quello della nord appasionatamente insieme,i quali a loro volta hanno usato i voti dei "cornutissimi" loro elettori per fare tutto cio'.Peccato GianfrancoRobe e' tutta roba tra cornuti,evidentemente ve le meritate proprio....le corna!

comase

Gio, 02/01/2014 - 13:08

Discorso patetico fatto da un uomo patetico che vive fuori dalla reata'! Ma i suoi occhi che guardavano fissi nel vuoto ci dicono che è alla fine della corsa!! Lui dice non mi faro' intimidire? ma chi ti caga??? Sei gia' finito il tuo disegno eversivo è fallito compagno Giorgio!

abocca55

Gio, 02/01/2014 - 13:08

E' stato un discorso studiato dai tecnici con essenza furbesca. Il re sonnambulico ha dimenticato il mea culpa, di aver nominato 5 senatori a vita di parte, che con lui, se sopravviverà al secondo mandato, saranno 6, e questo a scapito della volontà popolare. Inoltre, se la Corte Europea di Strasburgo assolverà il Berlusca, allora lui, quale capo del CSM, sarà l'artefice vero e provato di un sinistro colpo di stato, e passerà alla storia come tale. Staremo a vedere.

mbotawy'

Gio, 02/01/2014 - 13:08

Dal discorso si nota un essere senile,come pure trascinato dalla corrente di svariati e pericolosi suggerimenti altrui. Un consiglio sincero, "Vai a casa tua " anche se non sara' una reggia come quella nella quale ti sei ormai abituato,ritorna a vivere da compagno comunista, e non da sovrano capitalista.

diodemerf

Gio, 02/01/2014 - 13:10

Scusate ma sono stati 4.950.000 i seguitori del Vs amato presidente. Visto che quelli che votano a sinistra dovrebbero essere 10.000.000, sinistrato più o meno, che cosa ne deducete???Io che nemmeno voi sinistrati lo avete visto e sentito. Io me lo sono risparmiato e quindi l'articolo me lo sono goduto nella sottile satira che voi sinistrato amate tanto. Si ma solo se colpisce il Berluska.Non cambierete mai, questo è il problema del ns amato paese oltre vostra presenza ipocrita e faziosa sia su questo articolo che nella vita di tutti i giorni.Saluti

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 02/01/2014 - 13:14

Ahahhahahhah La sinistra italiana è ben rappresentata, tutti morti che parlano.

odifrep

Gio, 02/01/2014 - 13:20

Ubidoc (12:44) - i politicanti dell'ex PDL che hanno pregato 87enne....ora stanno continuando a pregare il Signore che, "ascolti" la loro richiesta. Perché non vi proponete voi per l'utilità del nostro Paese : non siete all'altezza neanche ora che avete le stampelle dei residuati del Cavaliere ed il Komunista al Colle? Siete solo dei cadaveri ambulanti per non offendere gli zombi o i moncopecocaproidi.........................il boom di ascolti....... anche il boom di vendita di televisori.............apparecchi accesi anche negli uffici istituzionali, sindacali, circoli ricreativi e sedi di Partito.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 02/01/2014 - 13:22

Ma chi aspetta il colpo di scena delle dimissioni? Quattro gatti che si esaltano tra loro e loro. La gente ha paura perchè non si intravede ombra di un sostituto che abbia gli stessi attributi per non far cadere la nazione nel terrore. Questi giornalisti che non conoscono la storia evidentemente non sanno nemmeno perchè Napolitano era detto Il Migliorista. L'effetto Gelmini colpisce ancora.

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 02/01/2014 - 13:23

Ho letto alcuni commenti ed invece di indugiare sull'articolo e/o il giornalista vorrei riferirmi globalmente a questi. Tanto per cominciare se l'aspirante zar ha quasi 90 anni, voce roca e sguardo fisso, non si può ipotizzare che la Natura abbia fatto il suo corso e che l'individuo ormai ha ridotte capacità per sovraintendere ad una Nazione di 60 milioni di persone ? Poi, i consueti riferimenti sfascisti al nemico metafisico rispecchiano solo mancanza di argomenti e capacità di autonoma analisi della situazione. Infine, perchè non ci si rende conto che ormai la nostra democrazia è malata terminale e che le cure palliative ne protraggono solo l'agonia ? Non trovano, i soliti portavoce del diktat della cellula o gli assatanati per esibizionismo, che sarebbe ora di cambiare ed aggiornare la Costituzione ad un'Italia che è distante anni luce dal 1948 ? Cosa ne direste di queste, poche, idee: Repubblica presidenziale eletto a suffragio universale; cancellazione del Senato e dimezzamento dei deputati con relativa decurtazione delle prebende; validità immediata dell'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti 8che cavolo abbiamo votato a fare nel 2000?); responsabilità civile dei magistrati e loro impossibilità associazionistica nonchè di aspettativa per motivi elettorali; carcere duro per gli evasori fiscali, sia che si chiamino Berlusk, Brambilla o Nessuno, senza distinzione di professione, da imprenditore a lavoratore autonomo. Ma soprattutto, modifica radicale dello stato sociale: cari signori, rendiamocene conto, a meno di un'esplosione megalitica dei consumi (per comprare cosa, se la maggior parte delle case ha tutti gli elettrodomestici, gli armadi pieni e l'arredamento completo ?) ci sarà sempre meno lavoro per minor numero di addetti, visto che abbiamo, hanno, inventato macchine che, costruite da pochissime persone, fanno il lavoro di moltissime altre. E soprattutto, limitare il commercio con la Cina, che ha distrutto le nostre PMI. Buona Anno a tutti !

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Gio, 02/01/2014 - 13:24

@Aulin .Meglio noto come "Nimesulide". Tu sei ben rappresentato da un pregiudicato che tace !

Danifa

Gio, 02/01/2014 - 13:26

Tiratura e diffusione cartacea dei principali quotidiani italiani fonte Wikipedia-maggio 2013- Testata Tiratura Diffusione cartacea Diffusione digitale Corriere della Sera 519.093 406.706 61.545 la Repubblica 469.487 350.438 49.208 La Stampa 312.684 225.697 7.753 Il Sole 24 ORE 281.974 224.221 75.895 Il Messaggero 203.216 144.982 3.418 il Resto del Carlino 165.832 128.398 1.003 Avvenire 157.953 118.960 1.319 il Giornale 208.186 117.968 2.101 La Nazione 138.485 103.166 920 Libero 162.911 90.895 880 Il Gazzettino 88.837 68.645 3.108 Italia Oggi 107.063 66.045 5.032 Il Secolo XIX 80.326 61.519 380 Il Tirreno 75.335 58.893 1.412 Il Mattino 75.547 55.641 1.986 Il Giorno 80.618 53.714 164 il Fatto Quotidiano 118.479 53.387 11.358 L'Unione sarda 59.330 50.657 Fatevi delle domande

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 02/01/2014 - 13:26

Oooohhh... lo Sfigatello di Lucera... chi si rivede! Scusa ma di quali sondaggi vai farneticando? Parla con noi, non chiuderti in te stesso: te l'ho detto di non bere l'aceto scaduto di prima mattina! Mi sa che il saluto di fine anno te lo sei guardato anche tu e ancora non ti sei ripreso! A presto, sfigato ;-)

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Gio, 02/01/2014 - 13:31

Mai sentiti i sermoni di fine anno, tanto più non l'ho voluto ascoltare da parte di questo comunista incallito

yulbrynner

Gio, 02/01/2014 - 13:31

io avevo la tavola imbandita di ogni ben di Dio e la sera del 31 non guardo certo la politica in tv la lasci oa voi POLITICAAANTIIIII non cambierete mai ahahahahaahha..le solite chiaccheire da bar della politica mai costruttive ma solo insulti.

eso71

Gio, 02/01/2014 - 13:32

Oltre 10 milioni di ascolo !! E voi de Il Giornale eravate tra loro. Complimenti per la coerenza.

Danifa

Gio, 02/01/2014 - 13:32

se abbiamo come Presidente della Repubblica una persona,ricordo nominata dal 75% del Parlamento Italiano, prima di tutto le dobbiamo rispetto ed in secondo luogo vuol dire che non siamo in grado di nominare un giovane all'altezza del compito. Forse per la cultura che rispecchia il nostro paese ?(vedi commenti in questo giornale...)

roberto78

Gio, 02/01/2014 - 13:32

@diodemerf: il dato che scrive si riferisce solo a rai 1 ... il dato aggregato parla di qualcosa di più di 10 milioni e in crescita rispetto all'anno scorso. Che poi le persone abbiano condiviso o meno il suo discorso è un altro paio di maniche, ma sicuramente si evidenzia come il buon zecchi avrebbe potuto dare ai propri lettori qualche informazione interessante invece di raccontarci come suo padre gli annunciò la morte del suo parente...

Ritratto di roberto sarzi

roberto sarzi

Gio, 02/01/2014 - 13:38

Un messaggio retorico, ripetitivo, ipocrita, irritante per chi oggi in Italia soffre per la povertà, per la rapina fiscale e il presidente Napolitano che, come i ministri del re di Francia Luigi XVI non si accorge di vivere fuori dal mondo, cieco e sordo a ciò che invece si muove nel Paese e che lo travolgerà e i suoi cortigiani "romanacci avidi e assetati di privilegi inmmissibili" non lo proteggeranno dall'ira popolare!!! A calci nel sedere lui e loro dovrebbero essre cascciati dal Quirinale!!!!

Danifa

Gio, 02/01/2014 - 13:40

Preparatevi a diventare un mensile, e non più un quotidiano

gufo bianconero

Gio, 02/01/2014 - 13:52

Credo che da parte degli Italiani, quelli di riferimento al PDL, ci sia cattiveria e non riconoscenza verso un uomo, certamente stanco ed un pò anziano, ma esempio di correttezza istituzionale rara. Forse preferite il vs amato Cavaliere, tutto trucco,cipria e faziosita, che di senso della Stato e correttezza istituzionale non sa neanche cosa sia

odifrep

Gio, 02/01/2014 - 14:18

Danifa (13:26) - non c'è bisogno di citare le fonti Wikipedia. Il suo nike parla da se.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Gio, 02/01/2014 - 14:32

Dremmel piciomolle solo tu in giro? Dove sono i numero uno delle cazzate rosse? Tu sei solo un dilettante della cazzata... Io voglio i numero uno dell'imbecillità rossa El cogno e agrappa! Loro si che danno soddisfazione! Un concentrato di inutilità che tu non potrai eguagliare nemmeno applicandoti giorno e notte..

Danifa

Gio, 02/01/2014 - 15:03

La critica alla persona e non alle sue idee , identifica la mancanza di costruttività nel proprio medesimo pensiero. Non avendo argomenti su cui controbattere si attacca la persona nel suo essere e nei suoi simboli. Questa tipologia di persone ovviamente esiste in tutta la sfera politica italiana, ma da questo giornale rappresentata dalla destra disfascista

onurb

Gio, 02/01/2014 - 15:25

Atlantico. Il suo campione di lucidità nel corso della propria vita è stato costretto a fare dietrofront più di qualche volta. Segno inequivocabile di lucidità non perfetta, almeno in qualche occasione.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 02/01/2014 - 15:43

Scornacchiato di Lucera: eh... mi spiace ma dovrai accontentarti di me. Però tranquillo che sei in buone mani. El Chapo e Agrippina si sono tanto raccomandati di tenerti compagnia e non lasciarti mai solo. Sai com'è... la consapevolezza che sei un essere del tutto inutile potrebbe giocarti brutti scherzi, senza nessuno che ti considera potresti tentare il suicidio tagliandoti le vene col rasoio elettrico. Senti ma... a Lucera non ti hanno ancora revocato la cittadinanza? E' una graziosa cittadina a due passi dallo splendido litorale del Gargano e, tra l'altro, nei dintorni della mia città natale. Cosa mai avranno fatto di male per meritarsi uno scemo del villaggio come te?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 02/01/2014 - 15:50

Scornacchiato di Lucera: eh... mi spiace ma dovrai accontentarti di me. Però tranquillo che sei in buone mani. El Chapo e Agrippina si sono tanto raccomandati di tenerti compagnia e non lasciarti mai solo. Sai com'è... la consapevolezza che sei un essere del tutto inutile potrebbe giocarti brutti scherzi, senza nessuno che ti considera potresti tentare il suicidio tagliandoti le vene col rasoio elettrico. Senti ma... a Lucera non ti hanno ancora revocato la cittadinanza? E' una graziosa cittadina a due passi dallo splendido litorale del Gargano e, tra l'altro, nei dintorni della mia città natale. Cosa mai avranno fatto di male per meritarsi uno scemo del villaggio come te?

onurb

Gio, 02/01/2014 - 15:56

Danifa. E' la stessa accusa che si può rivolgere a voi sinistrati. Quando mai avete criticato Berlusconi per le proprie idee? Solitamente vi riferite al suo aspetto fisico. Nano è il termine più abusato. Anche nei commenti a questo articolo qualcuno ne ha approfittato per mettere mano al solito campionario di offese. Quanto alle idee, invece, gliele state copiando: fine del bicameralismo perfetto, repubblica presidenziale, elezione diretta del PdR, riduzione del numero dei parlamentari, riforma quest'ultima che era già diventata legge ma che la nostra sinistrata sinistra ha fatto cancellare con un referendum. Ci vorrebbe un po' di coerenza nelle proprie idee altrimenti si finisce col dire stupidaggini.

odifrep

Gio, 02/01/2014 - 16:07

Alle (13:40) si dice una cosa diversa di quella pensata alle (15:03). Questo significa avere mancanza di concretezza nel pensiero e/o crisi di astinenza su argomenti da controbattere.

onurb

Gio, 02/01/2014 - 16:59

pinux3. Il suo cervello non si è mai chiesto perché la sinistra, sicuramente vincente dopo le dimissioni di Berlusconi, non è voluta andare alle elezioni?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 02/01/2014 - 17:00

@Dreamer66, ti ringrazio per aver badato,accudito il soldatino di lucera,in effetti oggi gli si e' rivolta poca attenzione con la conseguenza di averlo fatto innervosire tanto.Purtroppo certe patologie son antipatiche assai...

onurb

Gio, 02/01/2014 - 17:02

J.J.R. Ha parlato il luminare di estetica.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Gio, 02/01/2014 - 17:04

Egregio e squisito, Prof d'estetica:Lei ne dipinge un ritratto...azzeccatissimo.Personalmente, non ho seguito la diretta e come me in tanti.Dicono, sia stato un successo, ma mi chiedo chi; se non i giornalisti e gli addetti ai lavori,(giustamente...) gli anziani, e qualche famiglia, rimasta a casa, per ovvie ragioni, col televisore acceso,come spesso accade...inascoltato, si sia sorbito, il solito bla bla bla...di chi è abituato a parlarsi addosso???sinceramente, ho preferito, anche quest'anno, Agriturismo, musica e danza, per alleggerire le tensioni quotidiane, mi sono imposta,(visto un 2013 da dimenticare, sotto tutti i punti di vista...) un 2014, non solo più sereno, ma anche più gioioso, da vivere alla giornata...diciamo mi son regalata una nottata...indimenticabile...altro che politicanti e Napoletani.ps ringraziandoLA, per l'ottimo articolo,riceva i miei più sentiti auguri di ogni bene...scriva più spesso; leggerLA è un immenso piacere!! Diciamo come leggere il Dottor Veneziani...che adoro.GRAZIE!!

onurb

Gio, 02/01/2014 - 17:09

James Cook. Per lei, in relazione al suo post delle 11.21, devo ripetermi con un commento che ho usato anni fa con un altro frequentatore del forum: lei è di destra come il senso di circolazione delle automobili in Gran Bretagna.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Gio, 02/01/2014 - 21:04

Dreaminchietta, io da Lucera, non ci sono mai passato nemmeno...è il titolo di una canzone che cantavamo, prima del contrappello in smipar quando ero giovane. Nostalgie fascistoidi;-)

antiom

Gio, 02/01/2014 - 21:13

Bravo onorub, l'impressione la trasmette tutta, non c'è che dire!

J.J.R

Gio, 02/01/2014 - 23:10

onurb...diciamo che uno che scrive il suo nome al contrario e lo mette come nick non è un campione di originalità. Tantomeno di estetica. Quindi shhhhhh....

J.J.R

Gio, 02/01/2014 - 23:12

onurb Gio, 02/01/2014 - 17:09 UAOOOOO!!! Un'altra similitudine originale e innovativa!!!!

eloi

Ven, 03/01/2014 - 10:21

Per Pravda99 Per poiter contestarLa devo leggere quanto Lei scrive. Così per poter dire che il discorso di Re Giorgio lo ho ascoltato. Mi è sembrato un monologo di una persona finita e delusa.

odifrep

Ven, 03/01/2014 - 22:37

Sempre meglio un nome bifronte che solo iniziali di lettere. Ad esempio : molti anni fasi usava dire figlio di N.N. - Ecco, questo era un campione di originalità e di estetica. Saluti onurb.