In volo nella notte per salvare una vita

Un aereo dell'Aeronautica militare è decollato d'urgenza da Alghero per Milano con a bordo un'ambulanza attrezzata e un'équipe medica. Missione: far arrivare al più presto in ospedale un anziano malato

Militari e medici insieme in volo per salvare un paziente in pericolo di vita. È successo nella notte tra il 7 e l'8 agosto sulla rotta Alghero-Milano. Un uomo di 70 anni con una grave patologia respiratoria è stato trasferito d'emergenza dall'aeroporto sardo a quello di Linate ed è stato subito ricoverato all'ospedale Maggiore di Milano. Il trasporto, diventato urgente viste le condizioni critiche del 70enne, è stato fatto con un aereo C-130J della 46esima Brigata aerea di Pisa dell'Aeronautica Militare. Alla chiamata della Prefettura di Sassari la sala Situazioni di vertice dello Stato maggiore dell'Aeronautica ha immediatamente attivato il volo sanitario.
L'apparecchio militare è atterrato nella serata del 7 agosto all'aeroporto di Linate, ha caricato un'ambulanza attrezzata per il trasporto di pazienti in ossigenazione extracorporea e un'équipe medica e infermieristica ed è ripartito per Alghero. Alle 7 della mattina dell'8 l'aereo con l'ambulanza, i medici e il malato era di nuovo a Linate e il paziente è stato immediatamente trasferito in ospedale. Dopo che il personale militare ha assistito i medici nelle operazioni di scarico dell'ambulanza e della strumentazione, il C-130J è rientrato a Pisa. Questo tipo di aerei, oltre che nelle missioni militari in Italia e all'estero, viene utilizzato in caso di emergenze mediche e di calamità naturali.

Commenti
Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 09/08/2013 - 19:31

...Encomiabili per tempestività e coraggio questi interventi per salvare una vita umana in pericolo. Di contro lasciamo scorrazzare, quasi indisturbati, lungo le strade del nostro Paese, rumeni ubriachi che falciano vite umane, rimanendo pressoché impuniti.

lino961

Sab, 10/08/2013 - 17:13

X aspide007-non ...pressoché ma assolutamente impuniti,comunque questa storia fa da contraltare alla tragedia siciliana della madre morta con il suo piccolo.