DOPO IL VOTO VENETOLa Lombardia si mobilita: «Statuto speciale»

La voglia di indipendenza sancita dal Veneto con il referendum schock promosso dalla Lega che ne vuole fare una repubblica sovrana, contagia anche la Lombardia. Con il segretario Matteo Salvini che ha già chiesto che un'analoga consultazione venga organizzata per i lombardi. Esultando, allo stesso tempo, per la vittoria del Front national di Marine Le Pen: «Dalla Francia arriva un vento di Libertà, il 25 maggio l'incubo di Napolitano, Merkel e dei tifosi dell'euro diventerà realtà: un'altra Europa è possibile». Magari a partire proprio dalla Lombardia dove, oltre al referendum sul modello veneto, in Regione i leghisti si stanno già muovendo per un referendum che chieda che anche Lombardia possa diventare regione autonoma.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 25/03/2014 - 10:34

Le regioni del Nord produttivo hanno oggi tutte le loro giuste ragioni. Ma anche le regioni del meridione hanno le loro, anche se datate un poco più in là. Comunque non vedo il motivo per qui debbano esistere Regioni "speciali". Per conto mio dovrebbero essere abolite tutte le "specialità" esistenti e tutte le Regioni dovrebbero essere riportate sotto il rigido controllo dello Stato. Troppe schifezze sono emerse in questi ultimi anni in quasi tutte le Regioni ... e per le altre forse basta stare ad aspettare. Resta comunque il problema di chi controlla lo Stato: anche su questo verso si dovrebbe fare molto.

piertrim

Mar, 25/03/2014 - 14:48

@02121940: "Resta comunque il problema di chi controlla lo Stato". Ecco, bravo ha centrato il problema! Aggiungerei che lo Stato è sotto controllo politico ovvero dei partiti. Domanda: i nostri partiti quando denaro pubblico sperperano, per se stessi, per i loro accoliti e per comprarsi un pò di voti?