Zichichi risponde a Crocetta: "Io assenteista? Macché Ho fatto 12 progetti in 3 mesi"

Lo scienziato rivendica il suo lavoro, nonostante la lontananza da Palermo, e si dice stupito dalla parole di Crocetta: "Rivoluzione fallita"

Quando riesci a parlare con lui, dopo un intero pomeriggio di vani tentativi, il professor Antonio Zichichi ti risponde così: "Scusi, ma ero tra le nuvole". Nel senso che le stava studiando, queste nuvole. Al Cern di Ginevra.

Professore, è stato preso alla sprovvista dalla decisione di Crocetta di revocarle l'incarico di assessore ai Beni culturali?

"Macché alla sprovvista. Io e lui ne parlavamo da tempo. Io ho accettato di dargli una mano nel cercare di voltar pagina in Sicilia, ma non sono stato eletto assessore, io faccio scienza".

In che senso?

"Io ero stato chiaro: "Politica non ne voglio fare. Io so fare progetti". Lui era contento e d'accordo. E in tre mesi ho fatto dodici progetti che hanno suscitato l'entusiasmo di tutta la giunta della Regione Siciliana. Adesso tocca vedere se verranno realizzati".

Nessun rimorso dunque.

"Io ho fatto il mio dovere e mi sento libero, ho la coscienza a posto. E ho mantenuto l'impegno preso. A Crocetta la responsabilità di voltare pagina.”

Insomma, ha fatto tutto il governatore siciliano. L'ha accusata di assenteismo, lo sa?

"A me non l'ha mai detto. Anzi diceva che capiva benissimo la mia lontananza da Palermo. E poi chi sta seduto riscalda la poltrona, nessuna persona prima di me aveva fatto dodici progetti. Ho accettato l'incarico per senso di responsabilità e per la mia Sicilia. A me non interessano le chiacchiere. Glielo avevo detto a Crocetta: la politica è nelle sue mani, io mi occupo solo di progetti”.

Nello stesso giorno vengono defenestrati due fiori all'occhiello della primavera di Crocetta: Battiato e lei. La rivoluzione è già fallita?

"Probabilmente sì. Ma non so nulla di Battiato, cos'è successo?".

Ma ne hanno parlato tutti...Gli è stato revocato l'incarico di assessore per le frasi pronunciate al Parlamento Ue.

"Io vivo tra le nuvole, per fare progetti bisogna pensare. Stavo facendo esperimenti sulle nuvole”.

Comunque, torniamo al presidente della Regione. Crocetta è andato giù pesante: ha detto che lei parlava di raggi cosmici e non di cose concrete...

“Anche questo non me l'aveva mai detto. Comunque mi dispiace non essere riuscito a spiegargli che se vogliamo dare un contributo serio al problema degli studi meteo-climatologici dobbiamo capire come si formano le nuvole. E senza raggi cosmici non potrebbero esistere le nuvole. Senza le nuvole le piogge. Quando glielo spiegai, sembrava aver capito".

A quanto pare no. Ma alla fine forse Crocetta pensava al consenso...

"Angela Merkel è laureata in fisica, sa di cosa parla, ma le sue dichiarazioni sulle centrali nucleari, se le facesse a un esame di fisica sarebbe bocciata, però le ha fatte perché deve fare i conti coi voti. Io non sono stato eletto, Crocetta è stato votato e se dice delle cose in base alle quali non lo votano più è fritto, se invece lo faccio io ci perdo la faccia e per uno scienziato è una dramma”.

Dalle sue dichiarazioni sul nucleare a quelle sul Muos (il sistema satellitare militare in costruzione a Niscemi) il suo rapporto con Crocetta è stato burrascoso.

"Sul nucleare ho spiegato che sarei felice se la Sicilia fosse piena di centrali nucleari, sicure e controllate, costruite da veri scienziati. Ma ho anche detto che questa è una cosa tuttora impossibile".

Per quanto riguarda il Muos, non è che l'opposizione del Movimento 5 Stelle ha influenzato Crocetta?
"Secondo me no, ma sa, io vivo tra le nuvole".

Ma un po' deluso lo è?

"No, sono felicissimo. Io ho messo il governo siciliano in condizione di voltare pagina, se vuole. I valori culturali della Sicilia sono ignoti al mondo. Ho la coscienza a posto. Mi è stato chiesto un servizio e l'ho fatto".

E il suo sogno di far diventare la Sicilia patria della scienza e della cultura?
"Toccherà a Crocetta realizzarlo, se vorrà".

Commenti
Ritratto di Ciupaz

Ciupaz

Mer, 27/03/2013 - 21:13

Antonino, tu hai fatto il tuo dovere, e chi l'ha detto che per realizzare cose buone bisogna per forza stare seduto su di una poltrana in consiglio regionale? Ora tocca a Crocetta, se vuole, ma tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare, anzi lo stretto di Sicilia.

josefa

Mer, 27/03/2013 - 22:02

grande Prof. Zichichi, credo abbia fatto il suo dovere e lo abbia fatto molto bene. La sua terra, di orgini nobili e di profonda impronta culturale, avrebbe meritato ancora un suo contributo, Crocetta un po' meno... Cordiali Saluti a Lei Prof.

giottin

Mer, 27/03/2013 - 22:02

Allora, 12 progetti in tre mesi, fanno 48 in un anno, 240 in 5 anni, è per questo che il procione lo ha licenziato: come avrebbe fatto a tradurli tutti in fatti? Già avrà problemi con i primi 12.!

Ritratto di pinox

pinox

Mer, 27/03/2013 - 22:15

è il numero uno, è giusto così, è troppo intelligente per essere un politico.

ritardo53

Mer, 27/03/2013 - 23:53

ciupaz, tu non capisci un fico di ció che ha detto Zichichi, ha detto chiaro e tondo in Italiano che non sedeva su di una poltrona. E lui non ha poteri decisionali, ma ha progettato e messo a disposizione di chi dovrebbe attuare, capito adesso? O vuoi una replica dal Pr. Zichichi?

cyclamen

Gio, 28/03/2013 - 00:03

Credo che tra Crocetta e Zichichi ci fosse l'abisso che c'è - ahinoi - tra politica e scienza. La politica va d'accordo con la giurisprudenza, entrambe sono fatte di opinioni e di chiacchiere, la scienza di fatti e di sperimentazioni.

blues188

Gio, 28/03/2013 - 08:25

Zichichi mi piace tanto. Direi che lo ammiro come uomo e come scienziato. Ma chebballe quando ci infilano la Sicilia, la Sardegna, il Sudde e il Meridione. Sembra che sia una tara inestirpabile! Meno male che all'estero non sono così, l'essere nati in un posto non è un punto onorifico, ma solo un normale senso di appartenenza proclamato nel rispetto di tutti gli altri. In Italia no!

CARLINOB

Gio, 28/03/2013 - 08:37

Caro Zichichi Sono ormai più di 20 anni che in Italia e nei Parlamenti Nazionali e Regionali si preferisce di gran lunga gli Scillipoti , i Trota , e giù di lì . Crocetta è un personaggio della Politica mediatica : sempre in TV ed in cerca di esposizione. Purtroppo Battiato gli ha offerto un assist e questi con il suo faccione da avanspettacolo dopo una notte di riflessione , pensa un pò , ha fatto l'eroe. Cosa vuoi che capisca quest'omino ' Che cultura avrà mai visto che ha passato il suo tempo a formarsi nel Partitone , attaccando manifesti e strisciando ai piedi dei Capi ' Quando avrà avuto tempod i studiare qualchecosa di intelligente con continuità? Non capisce un acca , però questi omuncoli ingnoranti sono quelli che decidoni del nucleare , dei termovalorizzatori , delle politiche economico/energetiche e così via . La superiorità della politica sulla scienza è una bufala che si è instaurata a partire dai grandi spettacoli culturali come il Grande Fratello ; o le cene intelligenti e colte che si concludevano e si concludono con il Bunga Bunga e la partecipazione di grandi cervelli tipo la nipote di Mubarak ed altre : tutte personcine per bene aiutate dal . . . . a suon di decine di migliaia di Euro. Ed ancora pensiamo , in 10 milioni di sciocchi , che questi Politici possano fare gli ineteressi dei cittadini?

egenna

Gio, 28/03/2013 - 09:01

Crocetta...,il nuovo Gattopardo,sta facendo un gran bordello,solo per lasciare tutto come prima. Cordiali saluti

bastardo

Gio, 28/03/2013 - 09:16

SOLO UNA PAROLA PER ZICHICHI,CIALTRONE!!!!!!

Mario Marcenaro

Gio, 28/03/2013 - 09:18

E così le storie di Guglielmo Marconi, di Enrico Fermi e di tanti altri, per non parlare di Galileo Galilei, e di tanti altri Italiani osteggiati dalla stupidità ideologica di casa nostra, continuano a inesorabilmente a ripetersi. Ma quando la finiremo di relegarci criticamente nel passato con le nostre funeste ed assurde manie di miserabili superstiziosi, incapaci di guardare con speranza al futuro?

swiller

Gio, 28/03/2013 - 09:34

Patria della scienza e della cultura...... ci vuole un bel pò di fantasia, casomai patria dei dipendeti pubblici e mantenuti a sbaffo.

Ritratto di Ciupaz

Ciupaz

Gio, 28/03/2013 - 10:12

Caro "ritardo53" (mai nome fu più azzeccato...), mi sembra che sia tu che non abbia capito un fico (d'india, giusto per restare in tema siciliano). La mia frase ha il "?" in fondo, appunto per sottolineare che non serve stare su di una poltrona per realizzare qualcosa di buono. Lui lo ha fatto anche stando a Ginevra, e i suoi progetti li ha messi a disposizione di chi ha invece potere decisionale.

niklaus

Gio, 28/03/2013 - 10:34

Professor Zichichi, lasci pur perdere la politica. Il suo gioiello e' la scuola di Erice e l'altissima qualita' dei suoi frequentatori - e Lei l'ha gestita mirabilmente senza essere assessore.

Lu mazzica

Gio, 28/03/2013 - 10:41

Il Sig. Crocetta si permette di mettere in dubbio l'operato dello Scienziato Antonino Zichichi , conosciuto e rispettato dal mondo intero , l'Uomo che ha nel cuore la Sua Sicilia ,e vuole valorizzarla e farla conoscere di più al Mondo, attraverso i suoi progetti ?? Ma, sig. Crocetta , ha mica il cervello di capretta ?? Rgds., Lu mazzica

blues188

Gio, 28/03/2013 - 10:59

swiller, sssst... vuol morire lapidato? Ma se lo dice sottovoce, deve aggiungere anche gli sprechi megagalattici e il personale assunti per portare biglietti da un ufficio all'altro nello stesso piano e altre piacevolezze nella amata regione. Amata e ben pagata, s'intende.

emilio canuto

Gio, 28/03/2013 - 11:05

Professor Zichichi, ma lei è uno scienzato, come ha pensato di mischiarsi con quella porcheria che sono i politici, ed in particolare di seconda scelta come i regionali. C'è una distanza di onestà e di cultura tra Lei e costoro che è fatta come quelle cifre che ci racconta : un miliardo di miliardi di trilioni di anni luce. Anzi non spazio ma tempo la separa da questi Ladroni. Lei è qui oggi, loro sono ancora a prima della comparsa dei dinosauri!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Gio, 28/03/2013 - 11:14

Quando un grande scienziato internazionale finisce per mettersi al servizio della politica, per di più di quella del paesello d'origine, significa che come scienziato è finito.

Ritratto di pietrom

pietrom

Gio, 28/03/2013 - 13:21

CARLINOB: "...o le cene intelligenti e colte che si concludevano e si concludono con il Bunga Bunga e la partecipazione di grandi cervelli tipo la nipote di Mubarak ed altre..." - Si rende conto che chi faceva il Bunga Bunga e' stato l'unico politico italiano che ci avrebbe dato energia in abbondanza e a prezzi decenti per i prossimi sessant'anni?