«Interpreta i sentimenti della gente E certi ambienti sono disturbati»

La scrittrice non partecipa per problemi di salute. Premio ritirato da Mazzoni

«Sono grata di aver ricevuto l’Ambrogino d’oro e mi sono commossa quando ho saputo che le persone presenti al teatro si sono alzate in piedi e hanno applaudito il mio nome». Questa, secondo fonti vicine a Oriana Fallaci, la reazione della scrittrice che ieri non ha potuto ritirare di persona il premio per motivi di salute, delegando il direttore del Giornale della Toscana, Riccardo Mazzoni. «Sono grata ai milanesi e a Milano - ha aggiunto la Fallaci - città a cui sono molto legata e dove ho trascorso una lunga parte della mia vita professionale». Ha commentato le contestazioni, invece, la sorella Paola: «Fo ha criticato Oriana per l’Ambrogino? E cosa avremmo dovuto dire o fare, tutti noi, quando a Fo venne assegnato il Premio Nobel?». Riferendosi con affetto alla sorella, ha aggiunto: «Mi dispiace per questa disgraziata che tutte le volte venga aggredita in questo modo e non possa difendersi, né ribattere direttamente perché, purtroppo, non può essere presente. Evidentemente interpreta il modo di sentire della gente e questo non viene accettato in certi ambienti, che rimangono disturbati».