Interrotta l’energia della società

Incidono i problemi tipici del post mondiale e la mancata sostituzione di Shevchenko con una punta di uguale peso e carisma

«Molte volte le società hanno parlato di complotti. Lo fece la Juve due anni fa, l’ha fatto l’Inter a più riprese, lo fa adesso il Milan. Se lo dicono le società più importanti del calcio, non si vede perché dovremmo essere noi dall’esterno a dire che non è vero. (...) C’è poi il calcio normale: l’energia della società è stata interrotta dal tempo e dalla penalizzazione, la fatica, i limiti, sono di colpo caduti insieme sulle spalle della squadra. Gli errori degli arbitri sono reali, ma sono colpi di coda di un destino che è già deciso». Mario Sconcerti - Corriere della sera