Interventi gratuiti contro la sordità

Ignazio Mormino

I bambini che hanno problemi di sordità, congenita o acquisita, non hanno bisogno di andare all’estero. Milano offre loro strutture collaudate e consolidate dal 1992, anno in cui il professor Massimo Del Bo eseguì il primo impianto cocleare e, in pratica, inventò l’audiologia. Il Policlinico di Milano dispone oggi di una Unità operativa di audiologia (in via Pace 9) la cui guida chirurgica è affidata al professor Arturo Zaghis, allievo del professor Del Bo.
Zaghis ha eseguito fino ad oggi 175 impianti «cocleari» (la protesi entra dentro l’orecchio e stimola il nervo acustico): cinquanta su bambini, altri cinquanta su pazienti di età compresa tra dodici e diciotto anni, gli altri su adulti. L’intervento chirurgico dura poco più di due ore e non presenta alcun rischio. In Lombardia, è gratuito ma soprattutto efficace.
Dopo l’impianto, nella stessa struttura di via Pace, parte un processo di riabilitazione, anch’esso gratuito, per una graduale ripresa delle funzioni uditive.
Ogni mille bambini che nascono, uno è sordo. La diagnosi si fa verso l’ottavo mese, l’intervento verso i due anni. I bambini operati vengono seguiti per un lungo periodo con almeno due controlli annuali. Zaghis afferma, con un certo orgoglio: «Nessun bambino nato sordo è destinato a restare tale».