Interventi per i malati di sclerosi e studi sulle cellule multipotenti

E con gli atenei viene promossa l’educazione secondo i principi della tradizione cattolica

Oltre 62 milioni di euro destinati ai cinque settori di attività: è quanto prevede di stanziare la Fondazione Cassa di Risparmio di Roma nel 2008, in quote del 22% alla sanità, all’arte, alla ricerca e all’istruzione, e del 12% al volontariato. Sono già in preventivo 20 milioni per elevare la qualità delle prestazioni sanitarie ai cittadini delle province di Roma, Latina e Frosinone, e altri 18 a vantaggio delle scuole statali secondarie del territorio, per l’innovazione tecnologica in ambito didattico.
Tra le nuove iniziative spiccano la sperimentazione, avviata con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, sulle cellule multipotenti, che permetterebbero di allungare l’aspettativa di vita, e lo studio di un modello assistenziale per i malati di sclerosi laterale amiotrofica. In campo culturale entra nel vivo l’inedito progetto che coinvolge il Museo del Corso e l’Orchestra Sinfonica di Roma in una collaborazione diretta tra la Fondazione e l’Azienda Speciale Palaexpo, che gestisce per conto del Comune di Roma un sistema integrato di spazi ed eventi presso le Scuderie del Quirinale, il Palazzo delle Esposizioni, la Casa del Cinema, la Casa del Jazz e il Teatro del Lido di Ostia.
Per l’Orchestra Sinfonica, poi, concerti anche in scuole, università, istituti di cultura, comunità di recupero e altri enti attivi nel sociale. Si intensifica la collaborazione con gli atenei romani che promuovono l’educazione secondo i principi della tradizione cattolica: da qui gli accordi che hanno già permesso di attivare un Master per la formazione di esperti in politica presso l’università Lumsa, di istituire una cattedra di «Etica e Tributi» presso la Pontificia Università Lateranense, nonché di lanciare un Master Internazionale in «Governo e gestione del non profit» presso l’Università Luiss. Per consolidare presenza e visibilità nel contesto internazionale prosegue il sostegno allo European Foundation Centre, associazione cui aderisce il Robert Kennedy Memorial-Center for Human Rights. E allo scopo di sostenere lo sviluppo economico, culturale e sociale dell'area mediterranea, la Fondazione è pronta a costituire un nuovo organismo ad hoc.