Intervento coordinato fra tutti i Paesi della Ue

Ad Atene, nel corso del convegno tecnico sulla raccolta e analisi dei carnieri realizzati nei paesi Ue, organizzato dalla Face insieme alla Confederazione dei cacciatori greci, nell'ambito dell'iniziativa per una caccia durevole della Commissione ambiente, è stato lanciato il Programma Artemis, i cui obiettivi prioritari sono la centralizzazione e la l'analisi coordinata delle informazioni qualitative e quantitative sui dati dei prelievi venatori già raccolti in numerosi Stati membri. Tali dati verranno completati da quelli nuovi provenienti da altri paesi che desiderino associarsi al programma. La Face assumerà il coordinamento tecnico della banca dei dati Artemis, in collaborazione con partners nazionali e internazionali e l'assistenza di un comitato d'indirizzo ove saranno rappresentati tutti i settori coinvolti nel programma. Al convegno hanno preso parte ministri e deputati sia greci che europei, il commissario Ue all'Ambiente Stavros Dimas, i rappresentanti delle convenzioni internazionali Aewa e Cms, di BirdLife International, Ompo, Cic, Elo e gli esponenti delle associazioni venatorie di una ventina di Stati europei. I primi rapporti dovrebbero essere disponibili dopo la prossima stagione venatoria, benché sarà probabilmente necessario attendere alcuni anni prima che la banca dati divenga pienamente operativa.