Le interviste porta a porta. «Attenti alle truffe»

Le interviste porta a porta verranno condotte da 450 rilevatori dell’Agenzia della Mobilità, e gli intervistatori, ha tenuto a sottolineare l’assessore comunale ai Trasporti Giorgio Goggi, «avranno un tesserino di riconoscimento con fotografia e saranno annunciati da un avviso affisso nelle portinerie». Accorgimenti per evitare che qualche truffatore approfitti di questa iniziativa per introdursi nelle case degli anziani, fingendosi rilevatori dell’Agenzia. Il Comune invita dunque a verificare sempre l’identità degli intervistatori.