Intesa fra imprese e terzo settore: Igv regala un ascensore alla onlus

Un esempio di collaborazione tra aziende e terzo settore. Al Circolo della stampa ieri la Igv, una società produttrice di ascensori, e il suo fondatore Giuseppe Volpe hanno annunciato l’assegnazione di un elevatore solidale «DomusLift», il numero 15mila, alla fondazione Paolo Fagetti. Un progetto che ha ricevuto anche il patrocinio della Provincia. Dopo la morte del figlio Paolo, molto impegnato nel volontariato, Enrico Fagetti ha voluto portare avanti le opere e le iniziative del suo ragazzo con la realizzazione della «Casa di Paolo e Piera», una casa alloggio per giovani in difficoltà. E l’azienda Igv ha voluto premiarlo con la consegna di un ascensore «DomusLift», «un modello la cui installazione necessita di pochissimi lavori e che consuma come un’elettrodomestico», spiegano gli organizzatori. Secondo l’assessore provinciale alle Politiche sociali della Provincia di Milano Ezio Casati, «è lodevole che un’azienda, anche in un momento di crisi, sia attenta al territorio dove sorge, con una particolare attenzione alle persone più sfavorite». L’ingegner Volpe, che ha ricevuto l’Ambrogino d’oro nel 2007 per le sue opere di solidarietà, ammette che la ricerca di soluzioni per la mobilità «non può prescindere dal cercare di sostenere quelle realtà laddove è maggiore il bisogno».