Intesa investe 60 milioni e entra nei fondi di Palladio

Il fondo di private equity Vei capital supera i500 milioni di disponibilità

Intesa Sanpaolo entra con un investimento di 60 milioni nel fondo Vei Capital gestito da Palladio Finanziaria. L'operazione avverrà attraverso un aumento di capitale del fondo, che sarà dotato di altri 50 milioni di euro con il trasferimento delle quote residue di Palladio, di Generali e di Veneto Banca dal fondo Venice allo stesso Vei Capital. Al termine dell'operazione la disponibilità del fondo, costituito lo scorso settembre per investire in private equity e in infrastrutture, passerà da 400 a oltre 500 milioni ripartiti tra Palladio (160 milioni), Generali (150 milioni), Veneto Banca (70 milioni), Intesa Sanpaolo (60 milioni), Popolare di Vicenza (50 milioni), altri sottoscrittori di Venice (circa 15 milioni).
L'asse tra Intesa e Palladio, si legge in una nota, «è principalmente riconducibile al focus del fondo stesso su progetti di sviluppo imprenditoriale, alla gestione da parte di un team d'investimento indipendente e di elevata esperienza nel settore e al forte radicamento del promotore dell'iniziativa nel nord est Italia».