Intesa non vota per Parmalat

Banca Intesa e Capitalia non presenteranno alcuna lista per il rinnovo dei vertici di Parmalat. Si profila dunque l’en plein per la lista Bondi, con l’appoggio di Lehman Brothers e di una serie di azionisti internazionali.
Ore decisive invece per Deutsche bank, che potrebbe presentare una sua lista. Anche se le regole di corporate governance non le danno comunque grandi chance.
La definizione delle candidature è al rush finale anche per una questione puramente tecnica. Entro le 12 di oggi si devono comunicare al quotidiano finanziario stranierio, affinché le pubblichi nei tempi utili.