Intesa Sanpaolo in Arabia con le imprese italiane

Accordo con la Bank Saudi Fransi per sostenere l'attività delle nostre aziende: tra i due Paesi previsto in tre anni un interscambio di 10 miliardi di euro

Intesa Sanpaolo, in occasione della prima missione organizzata da Confindustria, Abi, Ice e dal governo italiano in Arabia Saudita, ha firmato a Ryad un importante accordo di cooperazione a sostegno delle imprese italiane interessate a sviluppare piani di ingresso produttivo e rapporti commerciali nel Paese. L'accordo sottoscritto con Bank Saudi Fransi - primaria banca in Arabia Saudita con oltre 100 filiali e 2.400 dipendenti - intende mettere a disposizione di tutte le imprese italiane l'esperienza, la conoscenza dei mercati e i prodotti che la banca è in grado di offrire per l'internazionalizzazione del tessuto imprenditoriale italiano nel Paese arabo. "Al fine di sostenere il nostro sistema imprenditoriale - ha dichiarato Marcello Sala, vice presidente esecutivo del consiglio di gestione di Intesa Sanpaolo - che proprio in occasione di questa missione si è dato come obiettivo per il prossimo triennio il raggiungimento di un livello di interscambio tra i 2 Paesi pari a 10 miliardi di euro, Intesa Sanpaolo ha sottoscritto un importante accordo per accompagnare e assistere le imprese italiane in Arabia Saudita fin dalle fasi iniziali dei loro progetti di internazionalizzazione". "L'intesa raggiunta con la principale banca saudita - ha aggiunto Sala - è la dimostrazione delle consolidate relazioni raggiunte dal gruppo a livello internazionale e dell'importante capacità di offrire prodotti e servizi studiati appositamente per la crescita del nostro tessuto imprenditoriale, in tutti i principali mercati del mondo".