Intitoliamo una via allo scopritore delle streghe

Gentile dottor Lussana, dal vecchio compagno di liceo classico a Lucca, da anni residente a Genova dove svolge l’attività di ingegnere ed è un appassionato lettore del «Giornale», ho ricevuto la copia del Giornale di venerdì 17 febbraio che ha dedicato la pag. 50 alla nota, recente pubblicazione su «Triora».
È una pagina intera, come avvenne per la prima volta, arricchita in questa occasione, con l’ampio articolo di Alessandro Massobrio, dal testo della lettera da me inviatale e dall’annuncio che, domenica 26 febbraio, alle ore 16.30, ad Apricale (Imperia) nella sala del Castello della Lucertola, il giornalista Giovanni Choukdharian farà un personale intervento sul tema in oggetto.
Come stretto congiunto del prof. Michele Rosi farò il possibile per essere presente alla cerimonia insieme ad Amici studiosi dell’argomento.
Poiché lei ha dimostrato una serietà professionale veramente notevole e il dovuto rispetto, come già il dottor Lorenzo Lanteri Sindaco di Triora, per l’opera e la memoria dell’ex Normalista prof. Michele Rosi il quale, per primo, effettuò la ricerca sulla tragedia delle Streghe di Triora, corredandola con approfondite ricerche relative alle questioni giurisdizionali del Processo; dato che il Comune di Triora ha deciso di concedere la Cittadinanza Onoraria al dottor Edmondo Ferrario, con la presente le chiedo di suggerire al signor Sindaco di Triora:
1) di far concedere tale titolo anche alla memoria dello storico professor Michele Rosi;
2) di far intitolare al nome di Michele Rosi una strada, una piazza, od una Scuola nel territorio del Comune da Lui amministrato.
Poiché, dopo l’Università di Genova il professor Michele Rosi passò all’Università La Sapienza di Roma e dato che il suo nome è diventato celebre a livello nazionale per i successivi studi relativi alla Liguria ed all’Italia intera, poiché al nome di Michele Rosi figurano intitolate, Scuole, Biblioteche, strade, piazze e numerose lapidi in varie città d’Italia, ritengo che per il dottor Lorenzo Lanteri, per il quale, come sopra ho accennato, ho già manifestato la mia considerazione di uomo giusto, come giusto, per tutta la sua esistenza è stato il professor Michele Rosi per il quale recentemente si è impegnata la Scuola Normale dell’Università di Pisa, la duplice proposta da me avanzata sarà certamente condivisa e realizzata.
Nell’attesa di poter fare presto la sua personale conoscenza e quella del signor Sindaco di Triora, le porgo, gentile dottor Lussana, i miei più cordiali aluti.