Intra improvvisatore Morris al Blue Note

Franco Fayenz

Questa volta è la Salumeria della Musica che inizia la settimana del jazz milanese, offrendo un cartellone particolarmente nutrito. Oggi alle 22 si può ascoltare nel club di via Pasinetti 2 la voce di Barbara Cavaleri accompagnata da pianoforte, chitarra, percussioni e programmazioni elettroniche; mercoledì 22 novembre alle 22 arriva il sassofonista Piero Odorici con Roberto Rossi trombone, Nico Menci pianoforte, Aldo Zunino contrabbasso e Owen Hart batteria; giovedì si ripropone il duo trasversale di Renato Sellani pianoforte e Danilo Rossi prima viola del Teatro alla Scala; venerdì alle 22.30 canta Debora Quattrini con il trio di Marco Bianchi, Enzo Frassi e Maxx Furian.
Questa sera dalle 21.30 alle 24 si fa jazz anche al Rosa Antico in viale Pasubio 14 con il quartetto della sassofonista americana Carol Sudhalter.
Il Salotto del Jazz (viale Doria 22) ospita domani alle 22 il trio del batterista Marco Volpe in un programma «stride & mainstream»; giovedì la Jumpin’ Jazz Band suona i temi del jazz ispirati all’amore.
Il Blue Note riapre martedì alle 21 e alle 23.30 con il chitarrista Tommy Emmanuel, alla ribalta da quarant’anni in tutto il mondo; mercoledì si replica con lo stesso orario. Giovedì, venerdì e sabato il palcoscenico di via Borsieri 37 è riservato a Sara Jane Morris, una delle voci preferite dal pubblico del club.
Sabato 25 novembre alle 17.30, all’Auditorio Lattuada (corso di Porta Vigentina 15) l’Atelier Musicale propone Like Monk,improvvisazioni di Enrico Intra e Gianluigi Trovesi con Carlo Garofalo batteria e Alex Stangoni electronics. Conduce Francesco Màndica.