Intramontabile Rocca vecchietto terribile sul trono d’Inghilterra

Il campione bergamasco, con un prodigioso giro finale, centra il «Kingdom of Bahrain» del Seniors Tour. In Cina exploit di Mickelson

È Costantino Rocca il golfista italiano dell’anno. Ancora una volta il campione bergamasco che tante soddisfazioni - a volte non pienamente messe in evidenza dal sistema - ha dato al golf nazionale ha dato un’altra prova del suo valore agonistico e carismatico. La stampa internazionale esalta il suo nome dopo che domenica scorsa ha vinto il torneo finale del Senior Tour e che ha accolto il suo secondo successo stagionale nella sua prima annata tra gli «over 50». Dopo l’Open d’Irlanda vinto alla sua terza presenza sul circuito seniores, Costantino si è ora aggiudicato il Kingdom of Bahrain Trophy, sul percorso del Buckinghamshire Golf Club in Inghilterra. Rocca ha concluso la stagione con un fantastico giro in 66 colpi che lo visto risalire dalla 3ª posizione al gradino più alto del podio. Una vittoria che pone il campione italiano al secondo posto nell’ordine di merito europeo alle spalle di un - comunque - irraggiungibile Carl Mason vincitore in stagione di ben cinque tornei e bestia nera del nostro Costantino che, contro di lui, aveva dovuto accettare un play off perso e alcune seconde posizioni obbligate dalla supremazia del golfista inglese che quest’anno - come già in precedenza - si è dimostrato il miglior over 50 europeo. Ma un Rocca che al suo debutto si laurea il miglior - scusate la ripetizione - debuttante dell’anno la dice lunga sulla grinta e la valenza del nostro campione.
Per restare in tema «italiano» un’altra buona notizia arriva dal secondo «stage» delle qualificazioni per il Tour europeo svoltesi in Spagna. Ben cinque italiani si sono qualificati per la finale che avrà luogo questa settimana sulla massacrante distanza delle 108 buche e che consegnerà ai migliori la carta per il tour europeo 2008. Gli italiani in corsa sono: Paolo Terreni, Marco Soffietti, Lorenzo Gagli, Stefano Reale ed Alessio Bruschi. Una parola in più la spendo per Gagli che ha già conquistato il diritto di giocare sul Challenge Tour grazie a tre vittorie sull’Alps. Gli auguro di passare anche le ultime qualificazioni ma poi che pensi bene se giocare a tempo pieno sul Challenge o dividersi tra i due circuiti sognando l’invito a giocare su quello maggiore.
A livello internazionale - dopo tanta... «Italia» - è d’obbligo registrare la vittoria di Phil Mickelson - numero 2 al mondo - nel Hsbc Championship disputatosi in Cina e primo torneo della stagione 2008 valido per il Tour europeo. Una vittoria sofferta da parte dell’americano che sembrava non aver problemi ma che li ha trovati nelle ultime 9 buche - chiuse in 40 colpi - e che lo ha costretto ad andare al play off, poi vinto alla seconda buca supplementare, contro gli inglesi Ross Fischer e Lee Westwood.