Intrecci col Palermo tra stadi e rigori all’ultimo minuto

(...) Livorno-Sampdoria, gara di ritorno della stagione 2004-2005 persa dalla squadra di Novellino dopo un gol di Lucarelli.
Per quanto riguarda invece l'altra gara, Sampdoria-Palermo, la vittoria era andata ai blucerchiati con un rigore realizzato da Flachi. Ma qui la situazione è più complicata visto che c'è un'intercettazione, a dir vero poco chiara, tra il designatore Bergamo e Mazzini, vicepresidente della Federcalcio: «La Sampdoria l'hai portata lì, tranquillo, ma vaffanculo lasciala lì, no? E n ti poi mica brucià pè la Sampdoria! Ma... ma... ma insomma voglio dì! E.. e lui non lo capisce! Ci ha degli interessi a Genova... con l'amministrazione comunale».
Il soggetto dovrebbe essere Maurizio Zamparini ma quali interessi potrebbe avere con Genova non viene chiarito in nessuna altra telefonata. E poi non si capisce la frase «Ma la Sampdoria lasciala lì».
Da Napoli intanto fanno sapere che in nessun'altra telefonata c'è il nome del club blucerchiato così come non c'è alcun riferimento a collegamenti tra il patron palermitano e Genova.
Questo non basta però a placare le polemiche visto che ora è spuntata anche l'amministrazione comunale. E ieri è sceso in campo anche il capogruppo di Alleanza Nazionale Gianni Plinio che ha scritto al Vice Presidente Vicario della Figc Giancarlo Abete invitandolo ad usare nei confronti delle squadre di calcio coinvolte nello scandalo delle intercettazioni telefoniche lo stesso metro usato con il Genoa. E Plinio, soprattutto, chiede chiarezza al Comune sui rapporti con Zamparini: «Spetta al Sindaco Pericu avviare una inchiesta urgente per capire come il Comune di Genova possa trovarsi coinvolto nella delicata inchiesta sullo scandalo del calcio».
Ma la domanda è sempre la stessa: cosa c'entra Zamparini con Genova? «Io assolutamente nulla - spiega il vulcanico patron palermitano - a Genova conosco solo Spinelli e Garrone».
Perché qualcuno ha anche pensato che il nuovo stadio (salgono le quotazioni di Trasta) potesse essere costruito dalla «Zamparini and Manti»: «Ma io ho un altro tipo di distribuzione, non costruisco stadi. Anzi sto progettando di avere uno stadio privato, ma a Palermo, farò un mutuo di 25 anni».
Nessuno stadio a Trasta costruito da Zamparini, insomma. Ma allora questa intercettazione? «Il personaggio che vuole entrare nella grande distribuzione è Pairetto, come si legge dall'intercettazione, alcuni organi di informazione non hanno capito nulla».
Ma cosa c'entra la partita tra Sampdoria e Palermo?: «Non so, però abbiamo perso all'ultimo con un rigore per la Samp che non c'era. Ma la Samp non c'entra nulla perché con Rodomonti noi abbiamo fatto tre partite, con due sconfitte e un pareggio e allora con il senno di poi penso che forse il Palermo non fosse gradito in Champion's. Tutto lì».
Tutto qui. Anzi tutto è nato dalle dichiarazioni di Foschi, proprio sulle sconfitte del Palermo nella scorsa stagione. Foschi ha tirato in ballo, tra le diverse ingiustizie anche quella subita contro la Samp. Tutto qui.