Gli intrighi di Leblanc prima di Arsenio Lupin

Sono tornate alla luce le storie poliziesche dello scrittore francese Maurice Leblanc (1864-1941) che anticiparono la nascita del personaggio Arsenio Lupin, il ladro gentiluomo. La casa francese Editions des Falaises de Fecamp ha pubblicato infatti, per la prima volta, una raccolta di racconti di Leblanc considerati pressoché inediti, perché stampati inizialmente su piccoli giornali, quando il romanziere non aveva ancora creato Lupin, il cui debutto ufficiale risale al 1907, personaggio che lo consacrò alla fama.
Ricche mogli sedotte e abbandonate da mestatori di professione, nobili derubati dei loro gioielli, ladri in fuga su rombanti automobili, cadaveri scoperti in pozze di sangue: sono alcuni dei soggetti degli intrighi dei racconti inediti di Leblanc, che annunciano le avventure di Arsenio Lupin «ladro gentiluomo». I racconti - pubblicati ora per la prima volta in volume e fino ad ora ignorati dalla critica letteraria - apparvero tra il 1890 e il 1905 nei periodici L'auto, Gil Blas, La revue illustrée, Le journal e Le petit journal.
A riscoprire questi racconti polizieschi dimenticati è stato Jacques Derouard, biografo di Maurice Leblanc, il quale sottolinea nell’introduzione alla raccolta come la scrittura di questi pezzi inediti sia semplice e allo stesso tempo fulminante, richiamando in parte i modelli di predecessori francesi illustri, come Guy de Maupassant e Gustave Flaubert. Sempre Derouard ricorda che Leblanc preferiva essere ricordato per i suoi racconti e romanzi piuttosto che per la cinquantina di avventure di Arsenio Lupin, che gli hanno dato tuttavia fama mondiale.