Inutile costruire nuove case popolari se le tasse svuotano quelle che già esistono

Si sente spesso parlare dell’opportunità di finanziare la costruzione di nuove case popolari da affittare a prezzi più bassi di quelli attuali; però non si considera che ci sono già molte case di tipo «popolare» che restano vuote perché gli affitti sono troppo cari rispetto agli stipendi a causa delle tasse elevate.
Infatti, in una città come La Spezia più della metà del canone pagato per l’affitto di un’abitazione se ne va in tasse pagate allo Stato o agli enti locali; e quindi, eliminando queste tasse, si può prevedere che i canoni d’affitto diventerebbero la metà e sarebbero accessibili ad un numero notevole di famiglie. Verrebbero così utilizzate case attualmente vuote e diminuirebbero sia gli sfratti sia le persone bisognose di un contributo per pagarsi l’affitto e sarebbe più semplice aiutarle. Ulteriori vantaggi potrebbero essere ottenuti detassando anche i lavori di manutenzione, tenendo presente che l’affitto è spesso l’unica possibilità per le persone che non hanno la possibilità di comprarsi una casa.