Invasione al Pirellone: in ufficio entrano 250 bambini

Per un giorno i figli dei dipendenti hanno potuto visitare il luogo dove mamma e papà lavorano.

Giornata insolita quella di oggi al Pirellone: il palazzo della regione, in occasione di Bimbi in ufficio, si è trasformata in un gigantesco parco divertimenti. Gonfiabili, laboratori di arte e disegno, spettacoli musicali e giochi di prestigio con il Mago da legare. A far gli onori di casa il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni che ha ballato e cantato con i più piccoli con la musica e le filastrocche di Carlo Pastori.
«Abbiamo aderito volentieri all'iniziativa - ha spiegato Formigoni - per far vedere ai bimbi dove mamma e papà trascorrono buona parte della loro giornata. È un altro modo per dimostrare ai più piccoli che i genitori pensano a loro anche quando sono alla scrivania».
Diverse le visite guidate organizzate nel pomeriggio alla scoperta del grattacielo più alto d'Italia. Molta curiosità hanno suscitato gli ascensori della torre senza pulsanti al loro interno. I bimbi, oltre 250, hanno colorato con palloncini e gadget la piazza. Tra una merenda e un succo di frutta, prodotti rigorosamente delle cascine lombarde, tutti con il naso all'insù a cercare l'ufficio del presidente.
«Una splendida iniziativa - ha commentato Formigoni - un momento di festa che ripeteremo. Ma soprattutto un altro tassello della puzzle che abbiamo in mente: una Piazza sempre aperta e fruibile in tutti i momenti della giornata».
Il presidente ha anche ricordato che a Palazzo Lombardia ci sarà spazio anche per un asilo nido e una scuola materna, «un altro modo per conciliare i tempi di famiglia e lavoro».
Gran finale a sorpresa con Cino Tortorella, l'indimenticabile Mago Zurlì, che ha brevemente riproposto alcuni dei suoi più celebri pezzi forti.