Invece i «classici» in cd si vendono a prezzi di saldo

Se il cd è morto significa che tra un po’ non se ne troveranno molti. O almeno sarà più difficile scovarli senza finire su e-bay. E allora perché non ipotizzare una lista di buona musica senza spendere una fortuna? E poi chi l’ha detto che i cd suonano male? Basta investire in un dignitoso lettore: il massimo dell’abbordabile oggi si trova a 2600 euro e si chiama Bryston BCD1. E che sono cari? Le case discografiche stanno svuotando i magazzini. Tra un mare di titoli ecco una lista (se rimasterizzati segnati con la r), classici di pop, rock e jazz a meno di 10 euro, prezzo imposto soprattutto nelle grandi catene come Mondadori (le ex Messaggerie Musicali) e Feltrinelli. Air Moon Safari 9,90; Lucio Battisti Una donna per amico e Il Mio canto libero 5,90; David Bowie Alladine Sane e Heroes 9.90 r.; Cure Disintegration 6,90; Miles Davis Kind of Blue 8,90 r. (anche in versione cartonata) e In a Silent Way 8,90 r.; Doors (tutta la collezione a 9,90 rimasterizzata e con un mare di inediti); Deep Purple Made in Japan 4,90r.; Eagles Hotel California 6,90; Herbie Hanckock Speak like a child, 6,90 r.; Elton John Goodbye Yellow brick road e Tumbleweed Connection 9,90 r.; Led Zeppelin (tutta la collezione a 9,90 in edizione cartonata); Jethro Tull Stand Up 5,90 r.; Nick Drake Pink Moon e Bryter Lyter 8,90 r.; Alan Parsons I Robot 7,90 r.; Santana Abraxas 9,90 r.; Spirit The family that plays together 9,90 r.; The Who Who’s Next e Tommy 8,90 r.