Gli inventori? Arabi o egizi

Sulle origini del gelato ci sono leggende antiche e ovviamente controverse. C’è chi ne fa risalire la nascita ad Alessandro Magno, che pare lo gradisse molto durante le marce. C’è chi dice che già gli Egizi preparavano calici pieni di neve e succo di frutta. C’è una leggenda araba secondo la quale la parola sorbetto deriverebbe da sharbat che significa bibita fresca. Qui da noi la nascita del gelato, nell’accezione moderna del termine, risalirebbe al 1500, a quando un certo Bernardo Buontalenti, esperto di chimica, venne incaricato da Cosimo I de’ Medici di organizzare un banchetto per una delegazione spagnola. Come dolce offrì un gelato molto simile a quello che conosciamo noi, solo più liquido. Altri nomi di italiani ricorrono spesso nelle leggende sul gelato: Francesco Procopio de’ Coltelli ad esempio, che lo introdusse e lo fece conoscere in Francia divenendo il proprietario della prima gelateria d’Europa o Giovanni Bosio che lo portò negli Stati Uniti o il veneziano Sartelli che lo importò a Londra.