Investì un ragazzo: arrestato il «pirata»

Un giovane ventimigliese di 20 anni, Cristian Mazzali, è stato arrestato domenica dagli agenti della polizia stradale per omissione di soccorso ed essere fuggito dopo aver investito in sella al suo scooter un ragazzo di undici anni sulle strisce pedonali. Il ragazzo, subito trasportato al locale ospedale, ha riportato la frattura di una clavicola.
L' incidente è accaduto lo scorso sabato pomeriggio, all'incrocio tra via Roma e via Carso. A quanto pare il giovane andava a forte velocità e, giunto in prossimità dell’attraversamento pedonale, non ce l’ha fatta a rallentare oppure non ha proprio notato il ragazzo che in quel momento stava passando da una parte all’altra della strada.
L’incidente, però, non è affatto passato inosservato. Anzi, c’è stato qualche passante che non ha perso tempo e, avendo assistito a quel singolare investimento e avendo visto scappare in tutta fretta l’investitore, si è annotato il numero di targa dello scooter. I poliziotti, in questo modo, lo hanno identificato nel giro di poche ore.
Tuttavia gli agenti non sono intervenuti subito, ma hanno preferito aspettare sperando che il giovane si costituisse. Ma così non è stato. Trascorso il tempo utile per la presentazione spontanea in caserma, lo hanno quindi arrestato.
Si è poi scoperto che lo scooter apparteneva al padre di una sua amica. La ragazzina glielo aveva prestato cinque minuti prima dell'incidente.