Investe due bimbi: catturato «pirata»

Bimbo di 5 anni e sua sorella di 17 investiti all’uscita di scuola, sulla via Casilina, da un centauro romeno che si dà alla fuga ma viene rintracciato. Il bimbo è ora ricoverato, in prognosi riservata, per trauma cranico al Bambin Gesù, mentre la sorella se l’è cavata con alcuni giorni di prognosi.
Nell’arco di tre ore, gli uomini della squadra investigativa della polizia municipale dell’VIII Gruppo, comandati da Antonio Di Maggio, hanno rintracciato il giovane romeno, che si era rifugiato da alcuni connazionali in via Maida. A quanto si è appreso, lo scooter che ha investito i due minorenni aveva una targa falsa e il giovane che lo guidava, dopo aver provocato l’investimento, si è dato alla fuga, senza prestare soccorso, perdendo lungo la strada le ciabatte che portava ai piedi e liberandosi della maglietta rossa che indossava, per non farsi individuare. Grazie alle descrizioni dei testimoni il pirata è stato però assicurato alla giustizia.
Il romeno, ospite di un connazionale, aveva in tasca il libretto di circolazione del ciclomotore che ha investito i due minori, i piedi lacerati per aver perso i sandali per scappare di corsa dal luogo dell’incidente. Il romeno stava preparandosi una borsa probabilmente per scappare. Dopo aver tentato di negare d’essere l’autore dell’incidente e aver dato false generalità agli uomini del comandante Di Maggio, ha ceduto ed ha ammesso le sue colpe.