Investono due cinesi: extracomunitari si schiantano nella fuga

A Bollate muore un ciclista falciato da uno scooter

Due extracomunitari investono un ciclomotore e scappano ma nella fuga si schiantano e vengono così ammanettati dalle forze dell’ordine: solo l’ultimo degli innumerevoli casi di pirati della strada che scorrazzano liberamente sulle strade milanesi. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, poco dopo le 21.30 all’angolo tra via Valtellina e viale Stelvio, due extracomunitari, ancora da accertare se sotto l’effetto di stupefacenti o no, stavano viaggiando sulla loro auto quando hanno investito una moto sulla quale procedevano due cinesi - madre e figlio, rispettivamente di 34 e 14 anni -. Dopo l’incidente però i due non si sono fermati ma si sono dati alla fuga, per poi schiantarsi 500 metri più avanti. Gli uomini del 118 giunti sul luogo dell’incidente - allertati dalle segnalazioni di alcuni cittadini che avevano rilevato modello e targa dell’auto pirata - hanno così segnalato l’accaduto alle forze dell’ordine che hanno prontamente arrestato i due extracomunitari. I due cinesi sono invece stati trasportati in ospedale con delle lievi fratture alle gambe.
È andata peggio invece ad un ciclista 85enne S.B. che, verso le 21.15, in via Pascoli a Bollate - nell’hinterland nord milanese - è stato investito da un 32enne alla guida di uno scooter. Sul posto sono giunte le autoambulanze del 118 ma l’anziano è morto durante i tentativi di rianimazione. Sul luogo sono intervenuti i Carabinieri di Rho che stanno indagando sulle cause dell’incidente.