Gli invincibili Vipers serbatoio della nazionale

Giovedì all’Agorà Italia-Kazakistan, penultima amichevole prima del torneo olimpico. Azzurre all’esordio

Simone Zurlo

Sarà la pista dell’Agorà a salutare l’avventura olimpica della nazionale azzurra di hockey su ghiaccio con l’amichevole di giovedì 9 febbraio (ore 20.30) contro il Kazakistan, penultimo test prima della gara che inaugurerà l’Olimpiade azzurra contro il Canada, medaglia d'oro in carica a Salt Lake City 2002 e grande favorito alla vigilia di Torino 2006. Il Blue Team azzurro appare una formazione molto equilibrata, con un buon mix fra veterani e giovani leve in un contesto che esige brillantezza ed esperienza nel gestire le forze visto le poche possibilità di recupero per il ritmo serrato delle partite del girone eliminatorio che attende Busillo e soci, opposti come già detto ai canadesi e successivamente a Finlandia, Germania, Repubblica Ceca e Svizzera in un gruppo di ferro. I nostri cercheranno di centrare quella quarta piazza che significherebbe qualificazione alla fase ad eliminazione diretta e la possibilità di arrivare fra le prime otto del torneo. Fra i protagonisti cinque giocatori dei Vipers Milano Campioni d’Italia in carica: i pregiatissimi difensori Christian Borgatello, Armin Helfer e Michele Strazzabosco insieme agli espertissimi attaccanti italo-canadesi Joe Busillo, capitano del Milano e della nazionale, e Mario Chitarroni, ancora in grado a 37 anni di bruciare nello scatto qualsiasi avversario.
La sorpresa potrebbe essere il rossoblù milanese Armin Helfer, un giovane che in queste stagioni ha giocato stabilmente in nazionale mostrando una grandissima crescita in campionato. Da segnalare che l’unico lombardo del gruppo è la riserva «viaggiante» Matteo Molteni dei Vipers Milano. Entrerà a far parte del collettivo olimpico solo in caso di rinuncia o infortunio di un altro attaccante. La squadra tenterà l'impresa con le tre super potenze mentre se la potrà giocare, sempre con estrema attenzione, con tedeschi e svizzeri, formazioni che hanno a loro modo soppiantato la stessa Italia quando questa era retrocessa nelle I Divisione Mondiale. Questi i propositi della squadra maschile, ma a Torino farà il suo esordio assoluto la nazionale italiana al femminile, chiamata più a fare esperienza che a tentare di battere le compagini (Canada su tutte) dotate di maggior forza e maggior abitudine a giocare un certo tipo di hockey in ambito internazionale. La squadra italiana femminile ha due giocatrici lombarde impiegate entrambe in difesa dal coach Markus Sparer: la milanese Rebecca Fiorese e la bergamasca Michela Angeloni. Le due ragazze sono un punto di forza del team lombardo dell’Hockey Club Lario Halloween.