«Invito alla danza» L’Osr stasera chiude la stagione

Ultimo appuntamento della stagione 2004-2005 con l’Orchestra Sinfonica di Roma della fondazione Cassa di Risparmio di Roma, impegnata stasera alle 21 al Teatro Sistina in «Invito alla danza».
L’Orchestra Sinfonica, diretta dal maestro Francesco La Vecchia, eseguirà le «Danze slave» di Antonin Dvorak, accolte da uno straordinario successo a Praga il 16 marzo 1878. Seguiranno le «Danze tedesche» di Wolfgang Amadeus Mozart, una serie di brani dalla strumentazione estremamente raffinata.
Sarà poi il turno delle «Danze ungheresi» di Johannes Brahms, risultato dell’interesse che, tra il 1864 e il 1869, il compositore dedicò alla musica di intrattenimento, concepita per pianoforte a quattro mani e destinata più all’ambiente domestico che all’esecuzione concertistica. Nacquero così i quattro quaderni con le ventuno «Danze ungheresi».
Seguirà la straussiana «Danza dei sette veli», culmine di «Salomè», opera che Strauss compose su testo di Oscar Wilde.
Concluderà la serata «La danza delle spade» di Khacaturjan, tratta dal balletto Gajaneh andato in scena al Bolshoi nel 1942, dove l’azione coreografica della storia d’amore è basata su danze folcloristiche, tra cui quella delle spade.
L’Orchestra, formata da musicisti giovani, non finirà qui però il suo impegno. Oggi verranno presentati il programma della prossima stagione e gli impegni estivi.