Inzaghi deluso: "A me nemmeno una telefonata"

Il bomber rossonero molto amareggiato: "E' bastato un mio infortunio per non meritarmi nemmeno una telefonata, per cancellare un rapporto adulto e maturo"

Milano - È Filippo Inzaghi l’escluso eccellente dalla lista dei 24 giocatori resa nota oggi dal ct della Nazionale Roberto Donadoni per gli Europei di calcio. E l’attaccante rossonero ha espresso tutta la sua delusione per non aver ricevuto nemmeno una telefonata di spiegazioni da parte del tecnico azzurro. "Evidentemente - ha detto Inzaghi - è bastato un mio infortunio durante la stagione di club per non meritarmi nemmeno una telefonata, per cancellare quello che credevo fosse un rapporto adulto e maturo. Mi spiace di essermi sbagliato, tanti auguri sinceri agli Azzurri per il prossimo Europeo".

Delusissimo "Sono deluso, soprattutto a livello umano - ha spiegato Inzaghi attraverso il sito ufficiale del Milan -. Avevo iniziato questo biennio all’insegna di un rapporto positivo, franco e schietto, segnando fra l’altro a Napoli contro la Lituania il primo gol ufficiale della nuova gestione. Ma - prosegue l’attaccante rossonero - dal momento che nel calcio non contano solo i gol, pensavo di aver dimostrato lealtà e condivisione del progetto e del rapporto con il ct, sia partecipando alle trasferte senza scendere in campo, sia rispondendo affermativamente alla chiamata per le Isole Far Oer nell’estate scorsa, in una partita di qualificazione europea che metteva in palio tre punti esattamente come le altre. Poi, il silenzio, nonostante il rendimento dimostrato nel Milan in tutti i continenti e le reti, 18, segnate sia in inverno che ad aprile e maggio".