IO, «ABORTISTA» VOTO PER I BIMBI

Caro Giornale, scrivo questo commento perchè da tempo, per motivi di amicizie personali, seguo le vicende legate al Movimento per la Vita della Liguria che si impegna per sostenere e tutelare la vita umana dal concepimento fino alla morte naturale. Essi dicono di aiutare la donna nella scelta di non abortire e di portare avanti una gravidanza, anche se in condizioni economiche svantaggiate e anche se di fronte ad una anomalia genetica del feto, perchè comunque sostengono che si parli di vita umana già formata anche nel concepito. Essi inoltre dicono anche che dalla loro parte hanno la ragione della scienza prima ancora che la verità della fede.
Ora io sono un po’ scettica su questi discorsi, perchè all'epoca ho votato a favore dell'aborto nel referendum sulla legge 194 e oggi, a forza di sentire questi «Paladini» della Vita andare in giro a combattere l'aborto, mi chiedo se non potrebbe essere rivisto l'impegno dello Stato a sostenere la maternità. In fin dei conti se in Italia accettiamo tanti sprechi e siamo pronti a giustificarli, come i tanti bonus concessi al mondo dei politici, tra autoblu e viacard e aerei di Stato e quant'altro, beh allora il tesoretto di Prodi potrebbe veramente essere utilizzato per creare un vero sussidio alle mamme disagiate perchè finalmente si faccia qualcosa per accompagnare con responsabilità la mamma gravida e perchè si possa dire che il «bancomat» dei Consultori pubblici delle Asl per i certificati di interruzione di gravidanza non è sempre operativo 24 ore su 24.