Io, artigiano, vi spiego perché non chiedo un finanziamento

di Pierpaolo Bossi*

Abbiamo lavorato bene fino a Luglio, poi al rientro dalle ferie cosa è successo? Nulla! Ma i consumi si sono fermati, colpa di un terrorismo mediatico ideato da chi?
Si parla di aiutare le imprese... come gli aiuti Obiettivo 2, come mai nonostante si possa pensare ad accedere a questi fondi sono sempre in maggioranza aziende di nuova costituzione?
E come mai gli artigiani con uno storico di impresa decennale o più non chiedono detti fondi? Pensate che non ne abbiano bisogno? Sbagliato! Ne hanno una necessità folle, ed alcuni rischiano di chiudere o ridurre il personale entro l'anno...
Il tutto è per colpa di un documento che deve essere allegato alle domande: il Durc, documento unico di regolarità contributiva, che viene rilasciato dall'Inps o Inail, e comprende anche la regolarità dei pagamenti con l'erario (multe per sosta...).
Le imprese con anni di attività non sempre, anzi quasi mai riescono ad essere in regola con tutto, ma non per questo non smettono di dare lavoro e pagare la maggior parte delle tasse (Iva, Irpef...), poi se aggiungiamo che un'impresa in Crisi (le banche non stanno aiutando, anzi stringono il cappio al collo dell'artigiano) le prime cose che non pagano sono purtroppo le tasse, infatti non possono smettere di pagare i fornitori e dipendenti, ecco che la frittata è fatta, all'artigiano non viene concesso nulla!
Secondo voi è meglio concedere fondi per 100.00 euro ad un'impresa nuova, che molto probabilmente verrà tenuta in stand by per 5 anni, senza produrre reddito, è questo il tempo sabbatico, per poi rivendersi i macchinari o chiudere, oppure concedere 20.00 euro ad un'impresa con qualche «problema» di regolarità, ma con uno storico di produzione decennale con dipendenti e fatturato consolidato che potrebbe crescere?
Preciso che il Durc che è nato per i grandi appalti e per combattere il lavoro nero, quindi giusto, è stato poi esteso a tutto indiscriminatamente.
Mi scuso per essere stato prolisso, per qualsiasi chiarimento sono a disposizione (paolo.bossi@ildivaniere.com). Saluti ed auguri di buone feste
*presidente provinciale
Unione artigiani italiani