Io, industriale, vi racconto il mio lavoro usurante

Dopo aver sentito che anche le maestre d’asilo richiedono il riconoscimento di attività usurante, non posso fare a meno di annoverare nella lista anche la mia professione. Faccio l’industriale e credo veramente che moltissimi imprenditori meriterebbero di un trattamento pensionistico che tenga conto del grande sacrificio che essi fanno nel corso della loro carriera lavorando anche 13 ore al giorno, con pochissimi giorni di ferie e un’infinità di preoccupazioni. Artigiani, piccoli e grandi imprenditori sono alle prese quotidianamente con leggi in contrasto con il senso pratico di chi gestisce un’azienda, con una fiscalità che annichilisce ogni stimolo, con una concertazione governo-sindacati che continua a porsi su linee di retroguardia rispetto ad un mondo di competizione. Quando anche noi irriducibili ci saremo arresi non so proprio chi porterà avanti questo Paese.