Io, l’amica della ladra gentildonna

Susy De Martini

Non ci crederete, ma sono sicura che sia proprio contenta di quanto avvenuto la signora Maria (nome di fantasia), divenuta di colpo «famosa», non solo a Genova, ma in tutta Italia, grazie ai Tg nazionali, che nei giorni scorsi l'hanno «immortalata» mentre effettuava (con destrezza) i suoi «colpi» in gioielleria. Una sorta di Arsenio Lupin in gonnella: «ladra» e «gentil donna»! E molto gentile lo è proprio, la signora Maria, e anche simpatica, intelligente e divertente, però sicuramente alquanto «strana»... Come lo so? E perché sono così certa che non le dispiacciano affatto notorietà e attenzioni, tanto da avere accettato, con estrema disinvoltura, una intervista per un quotidiano genovese? Lo so perché questa «signora», anzi, lasciatemela chiamare «ragazza» (perché a mio avviso non è mai cresciuta), è stata (anzi per quanto riguarda me, lo è ancora) una mia carissima amica, appunto perché, come dicevo, è intelligente, simpatica, generosa, spontanea e molto (troppo) divertente... Ricordo il primo invito che le feci a casa mia, senza (...)