«Io, malinconica e inconsolabile»

Possibile? L’esuberante e vitale Sabrina, che si definisce «malinconica e inconsolabile»? Le recenti dichiarazioni della diva sul proprio carattere, hanno stupito parecchi. «Ma il mio modo d’essere è questo - ribadisce lei -. È difficile che io sappia riprendermi immediatamente dalle batoste. Esteriormente reagisco ma mi è penoso ricominciare». Il ritorno alla commedia, dopo tanti film e fiction d’impianto drammatico, viene interpretato dalla diva come una sorta «di necessità terapeutica: lavorare a un soggetto leggero può aiutare ad affrontare le avversità». Qualcuno ha stentato anche a credere ad altre sue affermazioni: «Il sesso non è così fondamentale per me. È importante, come per tutti, ma non è al primo posto».