«Ma io mi dimetto. Per una telefonata falsa»

Ci sono politici attaccati alla poltrona col vinavil. Altri che preferiscono dimettersi dal Parlamento e rinunciare ai privilegi della Casta per difendersi «da una violenta e inaudita campagna diffamatoria». È il caso di Giancarlo Pittelli, deputato Pdl e coordinatore regionale di Forza Italia in Calabria coinvolto nelle inchieste di Luigi de Magistris «Why not» e «Poseidone» (indagine dove però la sua posizione è già stata archiviata).
Pittelli rivela al Giornale che da tempo meditava di andarsene. A convincerlo sarebbe stata la trasmissione AnnoZero di giovedì sera dedicata allo scontro fra le Procure di Salerno e Catanzaro. Nel talk show di Raidue condotto da Michele Santoro sono andati in onda brani di intercettazioni telefoniche contenute nella maxi ordinanza della Procura di Salerno. «Falsità», dice furioso il deputato calabrese al Giornale, «ecco perché anche le ultime resistenze a questo gesto sono crollate. Ma non voglio dire altro. È tutto nella lettera che ho scritto alle più alte cariche dello Stato».
Nella missiva, rilanciata dalle agenzie di stampa, Pittelli parla di «falsi elaborati ai miei danni - scrive l’onorevole azzurro - da un magistrato e dai suoi consulenti. Ribadisco di di non aver avuto atti o comportamenti illeciti di alcun genere, né nella vita professionale, né correlabili all’attività parlamentare». L’esponente azzurro non vuole andare oltre: «Non ho niente da aggiungere».
Mi scusi se insisto...
«Sono un avvocato di professione, ho avuto solo danni dalla mia vicenda parlamentare, per cui si immagini con quale animo posso stare in Parlamento. Resto a casa e faccio la mia vita».
Ma cos’è che l’ha colpita di più della trasmissione di Santoro? Perché lei parla di vergognosa trasmissione...
«La falsificazione di un documento processuale, che verrà fuori al momento opportuno».
Quale sarebbe questa falsificazione, mi perdoni?
«Un’intercettazione».
Cioè, lei contesta la ricostruzione che ha fatto «AnnoZero»
«Non la contesto, dico che è falsa»
Questa è un’accusa abbastanza pesante, si renderà conto...
«È molto pesante, ed è la verità. Io ho il testo dell’intercettazione, quindi si immagini un po’... ».
Quindi lei dice, sostanzialmente, «AnnoZero» ha messo in onda una fiction falsa...
«Sì».
Su un’intercettazione falsa, che non la riguarda...
«No, no. L’intercettazione c’è. È stato falsificato il tenore dell’intercettazione. Arrivederci». Clic.
In serata il coordinatore di Forza Italia Denis Verdini e del presidente dei deputati del Pdl Fabrizio Cicchitto hanno invitato Pittelli a ritirare le sue dimissioni, dopo aver «dimostrato, con il suo gesto, l’attaccamento e il suo grande rispetto per le istituzioni. Certi che la verità della sua onestà sarà dimostrata quanto prima e nel modo più chiaro. Davanti a un’aggressione così violenta - assicurano i due - tutto il partito sarà al suo fianco».
felice.manti@ilgiornale.it