«Io non lo userei mai Cerco di trattenermi...»

«Lo shopping compulsivo? Quale donna non ne è stata afflitta almeno una volta nella vita…». Parola della showgirl Elenoire Casalegno, che guarda divertita, ma anche un po’ sorpresa, all’idea di un «telecomando» che trasformi gli spendaccioni in formiche.
Qual è il suo rapporto con lo shopping?
«Come qualunque donna adoro girare per i negozi e acquistare quello che mi piace. Però cerco di essere oculata. Mi concedo quello che mi piace cercando di non perdere il contatto con la realtà. E con il portafoglio».
Ma che ne pensa del «telecomando» che fa risparmiare? Le piacerebbe averne uno?
«Credo che sarebbe più utile un sistema in grado di trasformare gli stupidi in persone intelligenti. Per quanto riguarda lo shopping, se è compulsivo è il segnale di un problema più profondo. E allora più che usare un telecomando sarebbe meglio guardare dentro se stessi e risolvere il disagio».
Niente aiuti esterni, quindi?
«Sono contraria a chi scappa dai problemi e si rifugia nelle medicine o in sistemi di altro genere. L’obiettivo dovrebbe essere quello di lavorare su se stessi per migliorarsi. Detto questo, l’idea del telecomando mi diverte. Probabilmente qualcuno potrà considerarlo la soluzione giusta per risparmiare un po’».
Ma è mai caduta nella trappola dello shopping compulsivo?
«Fino a questo momento no. Capita di fare acquisti quando si è tristi o depressi. E poi di tornare a casa e rendersi conto di aver buttato tanti soldi. Io evito di farmi trascinare. Quando sono giù di morale mi concentro per uscire da quello stato».