«Io sarò il primo a lasciarle Assurdo che siano facoltative»

Domenico Scilipoti, Idv, fustigatore dei pianisti.
«I parlamentari dovrebbero votare ognuno per sé per un atto di responsabilità, non perché costretti».
Invece siamo arrivati alle impronte digitali...
«Sarò il primo a lasciarle, ma è scorretto che siano facoltative, lo virgoletti pure. Darò battaglia».
Lei disse: «Chi bara in aula imbroglia nella vita».
«Ci sono due tipi di parlamentari. Quelli che vanno in bagno e gli assenti perenni».
Quando scappa scappa.
«Ma non si deve coprire chi non viene mai in aula».
Lei pure fu beccato a votare in conto terzi, però.
«Ma il collega era nel banco sotto di me, stava preparando un documento».
Aveva le mani impegnate.
«Un episodio sporadico può accadere».
Uno soltanto.
«Se in sei mesi me ne sono capitati altri non ricordo, ma è un problema di mentalità».
Non lo rifarà?
«Lascerò le impronte».