Ipsoa, ottimizzare la gestione e pianificazione finanziaria per diventare più competitivi

Accesso al credito, pianificazione finanziaria, home e corporate banking sono termini che fino a qualche anno fa sembravano appartenere solo a realtà aziendali di medio grandi dimensioni; la crisi finanziaria in atto ha fatto diventare questo linguaggio di dominio pubblico.
Oggi tutte le aziende, da quelle meno strutturate alle più grandi e complesse in termini di organizzazione e di flusso di attività e informazioni hanno bisogno di tenere sotto controllo entrate ed uscite, lo stato della liquidità, le condizioni bancarie effettivamente applicate ma soprattutto possono determinare la possibilità o meno di effettuare i pagamenti. Ecco perché strumenti di gestione come FINmanager, il software di tesoreria di Wolters Kluwer Italia a marchio Ipsoa, aiutano le aziende a far fronte alle problematiche di gestione contabile e finanziaria. «Volevamo riorganizzare le modalità di gestione della tesoreria, sia dal punto di vista contabile sia che gestionale. Ci occorreva un software che snellisse la gestione delle informazioni, le raccogliesse e rendesse disponibili report sia per la gestione corrente che strategica», spiega Corrado Guariento, cfo di Telwin, azienda in provincia di Vicenza specializzata nel settore delle saldatrici e dei caricabatterie presente in oltre 120 mercati con un fatturato di circa 70 milioni di euro, di cui l'85% generato dall'export.
«Abbiamo scelto FinManager - aggiunge - per la sua struttura modulare che ci ha permesso un'implementazione graduale, è realizzato da un fornitore nazionale con cui è più facile confrontarsi; è “stabile” perché lavora anche su mainframe e si può interfacciare in ambo i sensi con i programmi di contabilità e homebanking usati.
L'implementazione è stata rapida e indolore. Le operazioni contabili sono quasi completamente automatiche, in ogni momento abbiamo la situazione finanziaria sotto controllo e siamo in grado di avere dati previsionali con il grado di affidabilità voluto, che ci permettono di ottimizzare i flussi e gli strumenti di tesoreria; i processi di elaborazione delle informazioni sono semplificati e gli operatori più flessibili. Avendo tutto sotto controllo siamo stati in grado di realizzare operazioni finanziarie più complesse potendo cogliere così un vantaggio competitivo».
Il gruppo Vitec è un gruppo internazionale principalmente orientato a servire clienti nel settore dei media con prodotti e servizi per le aziende che operano nel broadcasting, nella fotografia e nell'intrattenimento.
Quotato alla Borsa di Londra, con fatturato 2008 pari a 338 milioni di sterline, Vitec comprende marchi che si sono guadagnati un ampio spazio nel mondo degli appassionati di questo settore.
«Abbiamo scelto FINmanager perché sentivamo l'esigenza di gestire un sistema di Cash Pooling infragruppo con diverse aziende italiane (ossia l'accentramento della gestione delle disponibilità finanziarie di un gruppo societario, ndr) - dice Romano Contin, direttore finanziario Vitecgroup Italia Spa -; in particolare avevamo bisogno di un applicativo che si integrasse con il nostro Erp e facilitasse le operazioni quotidiane.
La scelta è caduta su questo software per le sue caratteristiche di praticità e velocità nella riconciliazione giornaliera dei movimenti bancari. I benefici sono stati immediati, sia in termini di rapidità di esecuzione sia di possibilità di sfruttare funzioni di forecast (previsione) di breve periodo, indispensabili per la pianificazione finanziaria».