Ira leghista su Abatantuono

«Eccezziunale veramente» l’ira della Lega contro Diego Abatantuono e Cose dell’altro mondo, il film di Francesco Patierno atteso alla Mostra del cinema di Venezia che mette alla berlina il (presunto) razzismo degli imprenditori veneti. Il deputato padovano del Carroccio, Massimo Bitonci, ha presentato un’interrogazione contro il film, ritenendolo lesivo dell’immagine dei veneti. Il film è stato un caso sin dall’inizio. Il problema è proprio la trama. Abatantuono è un imprenditore tv veneto che vorrebbe cacciar via gli immigrati. Il caso lo accontenta, ma l’economia del Nordest senza gli extracomunitari va in malora. Il contenuto, per Bitonci e per i tanti veneti che hanno bombardato il web, è offensivo. Anche il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha bocciato il film: «Bitonci ha fatto bene, bisogna finire di inondare i veneti e la gente del Nord di infamia e con polemiche che vogliono sempre dipingerci come zulù».