Irak, i Comuni dimenticano gli eroi e le promesse

Diego Pistacchi

Ci sono le corone di fiori, mancano le targhe sotto cui deporle. Se il governo si dimentica dei martiri di Nassirya, e li trasferisce a Bologna nei «compiti a casa» di Prodi, in Liguria c’è chi riesce a far di meglio. C’è Genova, ad esempio, che per il terzo anniversario consecutivo si vergogna di aver dovuto destinare la Vetta di Pegli, una zona abbandonata alle sterpaglie che si vuole definire parco, come luogo della memoria per i 19 caduti in Irak. E c’è Chiavari, che si ostina a non rispettare quanto deciso all’unanimità dal consiglio comunale e poi disposto dalla commissione toponomastica, cioè la dedica di una via (...)