Irak, precipita aereo turco: 32 morti

Bagdad - L'aereo da carico moldavo precipitato oggi vicino alla capitale irachena Bagdad, uccidendo 32 persone a bordo, non si è schiantato solo a causa delle cattive condizioni meteorologiche, ma anche per un guasto tecnico. Secondo l'emittente satellitare Al Jazeera, che cita fonti ufficiali turche, prima di schiantarsi l'Antonov 26 ha effettuato un primo tentativo di atterraggio, fallito. Al secondo tentativo si è schiantato a 200 metri da una pista dell'aeroporto internazionale di Bagdad. A bordo del cargo, proveniente dalla Turchia, c'erano 35 persone: 30 passeggeri, 29 turchi e un americano, e cinque membri dell'equipaggio. Intervistato dalla Cnn turca il governatore di Adana, provincia meridionale turca da dove il velivolo è decollato alle 6 locali, ha spiegato che tra le vittime ci sono 29 turchi e un americano. L'equipaggio è formato invece da tre moldavi, un ucraino e un russo. L'aereo era stato noleggiato dalla compagnia moldava Aerean Tur Airlines, secondo una fonte del ministero turco degli Affari esteri.