Irak, Al Qaida minaccia attacchi choc

Un durissimo comunicato via internet per rispondere all’uccisione del loro leader in Irak. È la minaccia di Al Qaida orfana di Zarqawi: l’organizzazione giura fedeltà a Bin Laden e preannuncia «grandi attacchi che scuoteranno il nemico come un terremoto, risvegliandolo dal sonno». La cosa però lascia indifferente il governo Prodi, tanto che il ministro della Difesa Parisi ha ribadito che il ritiro del nostro contingente verrà fatto il prima possibile e che neppure un'eventuale presenza di civili giustificherebbe la permanenza di militari italiani. Parole che non hanno fatto altro che aumentare l’irritazione degli Usa.