Iran: no stop arricchimento in cambio di isotopi

Marcia indietro di Teheran dopo l'ultimatum dell'Aiea. Il ministero degli esteri iraniano ha fatto sapere che non sospenderà
l’arricchimento dell’uranio al 20% in cambio di isotopi come
proposto dalle tre grandi potenze

Teheran - L’Iran non sospenderà l’arricchimento dell’uranio al 20% in cambio di isotopi, come proposto da tre grandi potenze in una lettera all’Agenzia internazionale per l’energia atomica.

L'Iran non ferma l'arricchimento L’Iran sostiene di aver bisogno dell’uranio al 20 per cento per alimentare un reattore nucleare a Teheran che produce isotopi radioattivi impiegati nella cura del cancro in 200 ospedali iraniani. Nei giorni scorsi il portavoce del Dipartimento di Stato P.J. Crowley ha detto che la comunità internazionale è pronta ad aiutare l’Iran a procurarsi isotopi dall’estero, "un’offerta - ha detto - che dovrebbe servire a creare fiducia e che rende non necessario il progetto del reattore".