Iran a Obama: "Sulla strada sbagliata" E Al Qaeda minaccia gli Stati Uniti

Il presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani, ha criticato la dichiarazione sul nucleare: &quot;Strada sbagliata&quot;. (<strong><a href="/video.pic1?ID=iran_obama">guarda il video</a></strong>). Un esponente di al-Qaeda rivela &quot;Bin Laden sta preparando un<strong><a href="/a.pic1?ID=304645"> attentato peggiore dell'11 settembre</a></strong>&quot;. Le prime mosse del presidente eletto: &quot;<strong><a href="/a.pic1?ID=304435">Meno tasse per le classi medie</a></strong>&quot;. Obama chiama Berlusconi:<strong><a href="/a.pic1?ID=304386"> &quot;Thank you Italia&quot;</a></strong>

Teheran - Gelo dell'Iran sulle parole del presidente eletto Barack Obama. Il presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani, ha criticato la dichiarazione sul nucleare iraniano. Nella sua prima conferenza stampa a Chicago Obama ha affermato che lo sviluppo di armi nucleari da parte dell’Iran è "inaccettabile". Per Larijani le parole di Obaama sono una "ripetizione" di quanto detto dall’amministrazione uscente del presidente George W. Bush e avvertendolo che sta prendendo la "strada sbagliata". A una domanda sulle dichiarazioni di ieri del presidente eletto, Larijani, ex capo negoziatore iraniano sul nucleare, ha risposto: "Se gli Stati Uniti vogliono cambiare la situazione nella regione, devono inviare dei buoni segnali".

"Cambiamento non è colore della pelle" "Obama sa che il cambiamento non significa cambiare solo di colore e portare dei cambiamenti superficiali. Il cambiamento deve avere una base strategica", ha dichiarato Larijani. Ieri Obama aveva ribadito un principio generale più volte espresso in campagna elettorale, cioè che è "inaccettabile che l’Iran abbia armi nucleari". "Dobbiamo organizzare uno sforzo internazionale - aveva aggiunto il neo presidente - per impedire che possano essere prodotte". Sulla questione però Obama, eletto martedì, non si è dilungato in quanto fino al 20 gennaio il presidente americano sarà George W. Bush. A proposito della lettera di congratulazioni ricevuta dal presidente iraniano Mahmoud Ahmadinehjad, Obama ha promesso peraltro che risponderà "in maniera adeguata".