Iran, saranno frustati gli autisti indisciplinati

da Teheran

Tempi duri per gli automobilisti iraniani, che presto pagheranno a caro prezzo le infrazioni del codice della strada. Il generale Mohammad Royaian, capo della polizia stradale della Repubblica Islamica, ha infatti annunciato un giro di vite contro trascuratezza e indisciplina al volante: a partire dal 4 maggio ogni infrazione che metta a rischio la vita di persone sarà punita con pene da tre mesi a un anno e con 74 frustate.
Il provvedimento cerca di far fronte a una realtà a cui le autorità non riescono a porre rimedio. Le strade iraniane sono tra le più pericolose al mondo: almeno 100.000 le vittime negli ultimi 5 anni. Per arginare la strage, non sembrano bastare il divieto di alcol, le telecamere lungo le strade e le pattuglie stradali. Negli ultimi anni, tra l’altro, sono state allentate le restrizioni all’import delle auto di lusso o dei Suv, che spesso congestionano le autostrade o le località chic sulle rive del Mar Caspio. Per indurre gli autisti a un guida più assennata, arrivano dunque le frustate.