Iran Dopo sei anni torna la lapidazione per un’adultera

Rimane inflessibile in Iran la legge che prescrive la lapidazione per gli adulteri, nonostante la sospensione teorica di questo tipo di esecuzioni decretata sei anni fa, e la legge del taglione per le lesioni volontarie. Lo dimostra la condanna alla pena capitale di una donna adultera e omicida, che segue di pochi giorni la condanna all’accecamento con l’acido di un uomo che aveva reso cieca una giovane donna, gettandole dell’acido sul volto dopo aver visto respinta la sua richiesta di matrimonio. Nel primo caso, la donna aveva ucciso il marito con l’aiuto dell’amante.