Iraq, altro elicottero Usa abbattuto Al Qaeda utilizza nuovi missili terra-aria

Bagdad - Un altro elicottero è scomparso in Iraq oltre a quelli ufficialmente noti: lo scrive oggi il New York Times, segnalando che si trattava di un apparecchio privato di una ditta di sicurezza, e che quindi sono ben sei gli apparecchi statunitensi in tutto caduti nel paese in tre settimane. Una escalation, scrive il quotidiano che indica un chiaro cambio di strategia da parte della guerriglia irachena, perchè certamente molti di questi elicotteri se non tutti sono stati abbattuti. Al Qaeda usa nuovi missili Per abbattere gli elicotteri Usa in Iraq al Qaeda avrebbe fatto ricorso ad una nuova generazione di un missile terra-aria portatile conosciuto come "Strela" (probabilmente di una versione aggiornata del missile SA-7 Grail di fabbricazione sovietica). È quanto rivela stamani il quotidiano panarabo edito a Londra al Hayat, citando fonti vicine ai gruppi armati operanti in Iraq. Ieri un gruppo legato ad Al Qaeda aveva rivendicato l'abbattimento dell'elicottero Chinook 46, precipitato ieri a ovest di Bagdad con a bordo 7 militari Usa. «Diversi gruppi armati in Iraq hanno potuto acquistare missili nuovi che sono stati utilizzati per abbattere quattro su cinque elicotteri Usa caduti nel paese dall'inizio dell'anno». Così avrebbero riferito le fonti del quotidiano panarabo. Al Hayat aggiunge di avere appreso che «nuove generazioni di armi sono giunte a guerriglieri di varie appartenenze», tra cui «ordigni capaci di potenti deflagrazioni ed altri capaci di eludere il sistema a distanza in dotazione delle forze Usa». Strela (freccia), è il nome dato al missile SA-7 Grail, il primo missile sovietico per la difesa aerea della fanteria. Esso ha avuto una diffusione enorme ed è stato utilizzato dai Vietcong nelle fasi finali della guerra nel Vietnam.