Iraq, bomba al ministero contro il vice presidente Mahdi: illeso

Un'autobomba è stata lanciata contro uno dei palazzi del potere iracheno per uccidere il vice presidente sciita. Dieci vittime e 22 feriti, ma Mahdi si è salvato. Ieri una <strong><a href="/a.pic1?ID=159901">donna kamikaze</a></strong> ha ucciso 42 persone all'università di Bagdad

Bagdad - Il vice presidente iracheno Adel Abdel Mahdi è sfuggito poco fa a un attentato nel centro di Baghdad. Secondo quanto riferisce la tv araba al Jazeera, una bomba è esplosa nei pressi del ministero dei Lavori pubblici, all'interno del quale si trovava l'esponente politico iracheno per una cerimonia. Abdel Mahdi, sciita, sembra sia uscito illeso dall'attacco e non abbia riportato ferite.

Vittime È di 10 morti e 22 feriti il bilancio dell'esplosione di un'autobomba scoppiata oggi davanti ad un edificio di Bagdad dove era in corso una riunione a cui partecipava il vice presidente sciita Adel Abdel Mahdi. Lo ha annunciato la polizia. Uno stretto collaboratore del vice presidente sciita che si è espresso in condizione di anonimato perchè non autorizzato a riferire alla stampa, ha confermato che Mahdi è rimasto illeso. Le vittime sono tutti civili. Mahdi prendeva parte ad una conferenza, insieme a funzionari della municipalità, nel quartiere di Mansour, sede di numerose ambasciate e teatro di diversi rapimenti attribuiti ai militanti.